Recensione “Re Nero” di Alessandro Pasquali

 

 

 

Immaginate di guardare la radiografia delle anime umane, le loro paure, il dolore, i rimpianti. Un viaggio nella coscienza dove ogni racconto porta il lettore a ritrovare se stesso, a perdersi e a chiedersi cosa abbia veramente valore. Nulla è scontato in questo vortice di emozioni…

Una raccolta di racconti ben miscelati e con un unico comune denominatore, la vita, le scelte, il cuore.

Una serie di racconti brevi che ti trasportano come un telefilm, come una sorta di lettura guidata per capire la fragilità dell’anima.

Storie diverse, personaggi semplici o complessi, con passati e presenti differenti tra di loro.

Racconti che hanno la capacità di emozionarti, di farti entrare dentro un cuore anche se complesso, che ammiri, ti irriti, ami, insulti, odi e sospiri per ogni scelta presa dai vari protagonisti.

Lettura per certi versi impegnativa, fuori dal comune, originale nel suo piccolo, ricca di emozioni e sentimenti semplici.

Uno dei racconti che più mi è piaciuto è stato proprio il primo, da lì è una continua ascesa di emozioni e di curiosità nel leggere l’intera raccolta.

La quotidianità che caratterizza ogni singolo racconto ti lascia di stucco, trovi realtà, racconti che sembrano veri, “racconti della porta accanto”, verità e bugie che si contrappongono e svelano la vera natura.

Ne consiglio la lettura, per passare ore in compagnia di personaggi così diversi ma così reali.

 573 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *