Recensione “Qui per te” di Paola Gianinetto

 

 

 

 

 

È sabato e vi siete fermate al lavoro fino a tardi. Quando decidete di lasciare l’ufficio, prendete l’ascensore e vi ritrovate faccia a faccia con un uomo affascinante. L’attrazione tra di voi sale sempre di più e sta per prendere il sopravvento quando, tutto d’un tratto, l’ascensore si blocca. Che fare? È esattamente ciò che accade a Sara Morgan, che rimane intrappolata con uno sconosciuto supersexy e anche un po’ arrogante. Si farà prendere dal panico o dall’eccitazione? E soprattutto: quell’uomo è un elettricista, come ha pensato in un primo momento, o…?

Per me la fiaba di Cenerentola è e resterà il grande sogno di ogni mortale. La povera ragazza innamorata del principe azzurro, la cameriera con il miliardario, la prostituta con il riccone di turno, Anastasia Steel e Christian Grey, la segretaria con il capo miliardario.

Una storia non originale lo ammetto, magari letta e riletta, mangiata e digerita, però a noi fa sempre sognare vedere come una semplice ragazza colpisce il cuore del principe ereditario.

“Un cobra, ecco quello che era. Un bellissimo, sinuoso e letale serpente che stava ipnotizzando la sua preda.”

Così Sara, giovane ragazza disagiata, incontra per caso il capo in ascensore, Alex, e un bacio galeotto scatena la passione.

Qualche battuta ironica che fa da contorno, un’amica, una ex che mette più di uno zampino, arricchiranno la storia e la renderanno piacevole agli occhi del lettore, non c’è la fata Smemorina, né il trono, i topini o altro, ma solo la magia dell’amore, e quella sì che rende ogni fiaba un sogno.

“Lo sai qual è il problema, per chi può avere tutto da sempre?… Alla fine smetti di desiderare… Quella sera, in ascensore, ti ho voluta nel momento stesso in cui ti ho vista. Ed era una cosa che non mi succedeva da molto, moltissimo, troppo tempo.”

Succube di quello sguardo magnetico, sottomessa a quegli ordini, incapace di intendere e di volere in sua presenza, Sara si allontanerà da lui.

“Voglio che tu sappia che sto aspettando. E che continuerò a farlo.”

Riuscirà a stargli lontano?

E Alex resterà fermo ad aspettare?

Breve romanzo capace di farci sognare e farci rivivere la nuova Cenerentola.

Ne consiglio la lettura per passare qualche ora in lieta compagnia, per gustarci un’altra volta la Fiaba di Cenerentola, per scoprire come il principe azzurro da dolce e romantico saprà essere dispotico, autoritario e magnetico.

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA