Recensione “Quante volte ho scritto ti amo (The Austens Series Vol. 3)” di Staci Hart

 

 

 

Per nove lunghi mesi ho cercato di capire come cavarmela a fare il padre single, come farcela da solo. Per nove lunghi mesi, non ci sono riuscito.

Quando Hannah è entrata nella mia vita, è stato come tornare a respirare. È scivolata nelle nostre vite senza nessuno sforzo, mostrandomi quello che mi ero perso in tutti questi anni. È riuscita a farmi sorridere quando pensavo di aver accantonato il concetto di felicità insieme alle foto del mio matrimonio. Doveva essere soltanto la tata, ma è diventata molto di più.

Il giorno in cui mia moglie se n’è andata sarebbe dovuto essere il giorno peggiore della mia vita, ma non è stato così. Il peggiore è stato quando Hannah se n’è andata, portando con sé il mio cuore.

Fiducia=amore.

Cosa ho amato di questo libro? Beh la tenerezza della nascita dell’amore, la dolcezza degli sguardi, il sentirsi completo con poco, con quella routine che era sempre mancata.

E quell’armonia di coppia, impagabile.

Ogni loro movimento calibrato, armonioso, cadenzato con ritmi uguali ed identici.

E’ il trovare l’anima gemella.

Questo è stato il punto di forza del libro. Nessun colpo di scena, nessun picco di adrenalina ma solo e semplicemente amore.

Lei babysitter, lui padre single prossimo al divorzio, non sarà solo la particolarità della situazione a frenare i protagonisti, una ex moglie che farà l’impossibile per riprendere il suo posto, e la differenza d’età che creerà i suoi problemi e porrà i dovuti freni.

Lei olandese, lui americano. Tra dolci tipici olandesi, biscotti al pan di zenzero, ninne-nanne dal suono particolare, l’amore per quella famiglia non sua crescerà a dismisura.

Hannah e Charlie, due personaggi con il loro bagaglio emotivo abbastanza esoso, un passato che li ha segnati duramente e li ha intaccati proprio sulla fiducia di coppia.

Un romanzo “Lekker” che più lekker non si può.

ELEONORA

 362 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *