Recensione “Punto di partenza” di N.R. Walker

 

 

 

Matthew Elliott è un uomo in via di ripresa. Ha un nuovo lavoro nella palestra della comunità locale, dove insegna tecniche di autodifesa e sensibilizza i ragazzini contro la droga, e aver fatto il poliziotto e il lottatore gli torna utile. Il suo nuovo obiettivo di aiutare i ragazzi di strada gli permette di guarire e, con Kira al suo fianco, sta facendo grandi progressi.
Rueben e Claudia, fratello e sorella, sono due ragazzini di strada terribilmente soli. Riescono ad arrivare al cuore di Matt, che fa tutto ciò che è in suo potere per aiutarli.
Ma quando Ruby e Claude hanno bisogno di qualcosa di più dell’aiuto che ha già dato loro, non si tratta più di lavoro ma di una questione personale.
Il giorno in cui ha conosciuto Kira, la vita di Matt ha cambiato direzione, ma soltanto adesso l’uomo si rende conto che tutto ciò che ha passato serviva per condurlo a questo momento. Non si era mai trattato della fine. La sua vita, il suo scopo, era soltanto all’inizio.

 La Walker attraverso il suo stile semplice e pulito ci narra la nuova vita di Matt e Kira, la loro nuova routine, l’impegno nel condividere e comunicare, i sentimenti e la passione di una coppia decisa a costruirsi un futuro felice. Matt dedica ogni energia ad aiutare i ragazzini e a costruirsi un futuro diverso dalla delinquenza e dalla droga, ritrova un obiettivo e forse quella fiducia in se stesso e in chi lo circonda che ha perso. Kira è sempre la figura che resta un po’ nell’ombra ma tanto forte, dolce e comprensiva.

Ho apprezzato tantissimo l’apertura al dialogo, la comunicazione tra loro, la sincerità assoluta e il conforto che ne deriva. L’inizio della storia è un po’ lenta e senza scossoni ma quando entrano in scena Claude e Ruby e ci si addentra più in profondità nella realtà che sono costretti a subire, quando si inizia a riflettere e a sperare per loro, tutto diventa più profondo e commovente. Impressionante la delicatezza con cui molte situazioni vengono affrontate e vissute.

Una storia tenera e dolce, molto emozionante. Una storia che parla di solidarietà, di amore familiare, di amicizia e generosità, di guarigione e di speranza… LO CONSIGLIO!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *