Recensione “Prospettive ingannevoli” di F.E. Feeley Jr

 

 

 

La nuova casa di Frederick Street a Clay Center, Kansas, doveva essere il perfetto nido d’amore per lo scrittore Jonathan David e suo marito, il dottor Eddie Dorman, psicologo clinico. Jonathan ha appena pubblicato il suo primo bestseller e spera di riuscire finalmente a lasciarsi alle spalle il suo passato traumatico e trovare un po’ della tanto desiderata tranquillità. Eddie ha appena accettato un lavoro al dipartimento di psicologia della Kansas State University, e insieme vogliono ricominciare da zero.
Ma non appena arrivati, l’incubo ha inizio. Rumori, voci e apparizioni misteriose rendono la vita di Jonathan un inferno. La casa inizia a essere minacciosa e a mostrare i suoi segreti più oscuri, riportando a galla il peggio del suo passato. All’inizio, Eddie non riesce a percepire gli eventi spettrali e teme per la salute mentale del compagno. Quando ne viene colpito anche lui, non sa bene cosa fare, ma rifiuta di darsi per vinto.
Insieme, cercheranno un modo per contrastare le forze maligne che provano a dividerli. Il mondo può essere un luogo spaventoso, ma il confronto con le proprie paure sarà addirittura terrificante per Jonathan ed Eddie.

Eccoci qui, con il secondo capitolo della serie “Memorie delle ombre umane” e posso dirvi fin da subito che quest’autore ha fatto centro per la seconda volta.

Parliamo di un MM, ma non del classico romanzo tutto cuori, baci e fiori, ma bensì di un paranormal, dove l’autore magistralmente, intreccia l’amore tra i due protagonisti con ciò che accade di “strano” nelle loro vite.

Se nel primo romanzo avevamo a che fare con un uomo cattivo che non riusciva ad abbandonare la casa, in questo caso, ci troviamo faccia a faccia con due spiriti che cercano di trovare la pace eterna.

Il libro è un saliscendi di emozioni, momenti di suspense che ti fanno battere il cuore a mille, scene dolcissime in cui il tuo cuore si squaglia come un gelato al sole, intervallate da salti sulla sedia in cui il cuore sembra fermarsi.

Ebbene sì, l’autore è in grado di farti provare tutte queste sensazioni in un solo libro.

Mi è piaciuta la trama e insieme ad essa mi sono innamorata di Eddie e Jonathan. La calma del primo, intrecciata con la determinazione e l’irruenza del secondo.

Una storia dove a volte c’è bisogno dell’amore e della piena fiducia dell’altro, una storia dove l’amore è l’unico appiglio per non impazzire.

Una storia dove il riflesso allo specchio non è certo e ciò che si vede all’interno di esso potrebbe essere sconvolgente.

Da leggere? Assolutamente sì, io intanto aspetto il prossimo!!!

ELEONORA

 92 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA