Recensione “Persi tra i battiti dei nostri cuori” di Marta Serra

 

 

 

 

Amy Spiters, giovane ragazza timida ed introversa che vive a Malta e fidanzata con Lucas, sta per lasciarlo sulla sua isola e partire per Londra, per il primo anno di college. La loro relazione, iniziata ben cinque anni prima, sembra solida e salda, tanto che i due si sono promessi eterno amore. Ma… dal momento in cui Amy metterà piede nel suo nuovo ambiente tutto cambierà e le loro strade pian piano si divideranno. Ad una festa infatti gli occhi azzurri e gentili di Amy incontrano quelli verdi e turbolenti di Alex Pirce. Lui è un buco nero pronto a risucchiare tutto quello che si trova intorno. Arrogante e spavaldo, promessa del rugby e ragazzo più ambito del college con quel corpo ricoperto di tatuaggi e piercing non si lascia intimorire da nessuno, ma quell’aria da duro nasconde qualcosa del passato che lo tormenta: Dopo un incidente sul campo di rugby che lo costringe a rimanere fermo si abbandona alla vita spericolata e alle droghe leggere provocando non pochi problemi. Quella ragazza dai lunghi capelli biondi e dalla statura bassa e minuta diventerà il suo desiderio più eccitante e non potrà più farne a meno. La giovane ragazza, durante il racconto maturerà trovando così la sua strada, forse più impervia, ma anche più desiderata

Datemi un’amaca sotto un pergolato e questo libro, il resto lo lascio fare ai protagonisti di questa storia, romanzo semplice eppure ad effetto, ti lascia sognare ad occhi aperti e innamorare del ribelle della scuola.

Quando la mano di un uomo tocca la mano di una donna, entrambi toccano il cuore dell’eternità.

Amy era una ragazza genuina, una fidanzata molto innamorata e una studentessa modello, tutto questo cambia al suo trasferimento a Londra.

Una festa, un paio di occhi verdi, il carattere arrogante, un paio di tatuaggi, un fisico statuario metteranno a dura prova ragione e cuore.

“Stai lontana da quelli come lui, portano solo guai, prendono il bello delle persone e lo distruggono per divertimento”, ecco l’avvertimento, ecco il campanello di allarme, eppure a volte il cuore diventa sordo.

“Lui era il caos, un mistero da scoprire, un’anima perduta da salvare”, era diventato il suo pensiero fisso, lei una falena attratta dalla luce, scoprirsi innamorati e vulnerabili.

Amore: una rinuncia al controllo e alla razionalità, facendo comandare solo il cuore.

“Quella piccola ladruncola aveva rubato il mio cuore, ma fra le sue mani sapevo che era al sicuro.”

Il destino inizia a giocare le sue carte, un ex, una vita in pericolo e quella speranza di poter pronunciare quel Ti amo.

“Non lasciarmi piccola… Sono innamorato di te e non ho avuto ancora modo di dirtelo, lo devi sapere.”

L’amore è un dolce sussurro, un caos di emozioni, un pensiero che non fa dormire la notte, una testa che non ragiona, un cuore che sussulta ad ogni suo sguardo.

Un bel libro da divorare in pochissime ore, ci perderemo nei battiti di un cuore, ascolteremo quel suono soave, lo marchieremo sulla nostra pelle.

 437 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA