Recensione “Operazione Wolfsbane” di Shannon West

 

 

 

 

 

Evan Grant, guardia di sicurezza nella prigione dei Cacciatori, è ansioso di dare buona prova di sé. All’arrivo di un nuovo prigioniero se ne sente immediatamente attratto. Il mutaforma è Brett, l’uomo più bello che Evan abbia mai visto, e le torture a cui i Cacciatori lo sottopongono gli toccano il cuore. Portandogli antidolorifici e cibo finisce con il creare un forte legame con lui; l’attrazione è travolgente, e il tutto diventa ancora più difficile quando gli scienziati dei Cacciatori gli chiedono di offrirsi volontario per accoppiarsi con il mutaforma, in modo da poter studiare il legame di sangue. Evan accetta di prendere parte all’esperimento solo dopo essersi fatto promettere che nulla possa andare storto, ma dopo l’accoppiamento Brett riesce a sopraffare le guardie e fugge portandolo con sé. Non ci vuole molto tempo perché Evan scopra di essere il più recente “pet” del branco della montagna… e Brett è il suo nuovo master.

Ecco, con questo libro mi sono sentita in una dimensione parallela o comunque simile a quella di Twilight. Un Cacciatore e un lupo mutaforma, due nemici, eppure destinati ad anime gemelle nella vita. Si può lottare contro qualcosa che sia già stato scritto? Contro un’attrazione surreale? Bene, Evan si trova a lottare contro questa passione, questa attrazione che sente per il lupo Brett. Lui dovrebbe solo far parte di un esperimento, niente di più e niente di meno, eppure sente qualcosa che va oltre la ragione. Evan si trova a dover affrontare Brett con il suo carattere da dominatore, prepotente. Un amore del passato che mette a dura prova il precario novello rapporto, un carattere che domina su tutto e tutti, la paura di non sapere cosa accade realmente, la triste verità e quel legame che non vuole e non si riesce a spezzare. Ma l’amore è composto da tanti piccoli passi, piccoli e a volte insignificanti passi, basta solo volerli fare.

Un libro sovrannaturale, un amore surreale scritto in questo breve libro tutto da scoprire.

RECENSIONE A CURA DI: 

EDITING A CURA DI: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA