Recensione “Nuda e Cruda” di Alexandra Art Club

 

 

 

Ogni effetto deve avere una causa, la quale deve necessariamente precedere l’effetto”.

La notte del 20 Febbraio del 1980, la triste e monotona vita di Dorian James Howard prese una piega inaspettata.

Qualche tempo prima, nel desolato bosco sulle sponde dell’Ivy Crown, una strana ragazza correva verso la libertà.

Era cresciuta in isolamento, era stata trattata come uno strumento sperimentale, non sapeva più cosa significasse vivere come un normale essere umano, non percepiva più i sentimenti dell’anima.

Faceva tutto ciò che le veniva imposto e seguiva sempre gli ordini che le venivano impartiti: questa era l’unica cosa che Dorian aveva capito di quell’anima misteriosa.

Con quei capelli ramati e occhi verdi, sembrava provenire da una favola senza nemmeno sforzare un sorriso di circostanza.

Da dove veniva?

Da chi stava scappando?

A Thoungate, una cittadina nel Maryland, alcuni accadimenti erano pressoché impensabili, e questo era uno di quelli.

L’intuizione cruciale per sciogliere il nodo degli eventi sembrava non arrivare mai.

Un destino ineluttabile pendeva sulle teste dei personaggi, nessuno escluso.

La verità era un cerchio, un serpente che si mordeva la coda, ed era difficile trovare una via d’uscita.

Cosa accadrebbe se ci trovassimo di fronte a quello che più temiamo?

Quanto siamo davvero liberi di scegliere di cambiare il nostro destino o il corso degli eventi?

Non amo particolarmente il paranormale, ma questa storia mi ha intrigato fin dalle prime pagine.

Un intreccio di personaggi e di eventi ben ordito, complesso e intrigante, una storia che ha giocato sull’originalità sia negli intrecci, sia nei personaggi che nell’ambientazione, intesa come tempo e spazio.

Da un segno comune come il triangolo, ecco che la storia prende vita in men che non si dica.

Gli illuminati entrano in gioco e la rete tessuta dall’autrice non farà a altro che portare a galla studi, ricordi e congetture spazio-temporali da far paura.

Anni ’80 in un paesino sperduto vicino Londra, 5 ragazzi più una sopravvissuta, un gioco di tempo e spazio ed ecco che il mistero si infittisce.

Dorian, Damian, John, Scott, Heather e Mel: una secchiona, un secchione complottista, due ragazzi che sembrano avanzi di galera, un giocatore di football e una ragazza venuta dal nulla.

L’autrice ha ben studiato la dinamica del romanzo mantenendo alta la suspense, la cadenza ritmica degli eventi e i colpi di scena susseguiti in maniera conseguenza-effetto.

Ho amato questa storia dalla prima all’ultima pagina e scoprire che sarà una serie mi ha donato il sorriso sulle labbra.

Una storia che poteva benissimo cadere nei semplici cliché del genere, eppure l’originalità che la contraddistingue la posiziona ad un alto livello di lettura.

“Appena venivamo a capo di un quesito, ecco che ce ne veniva piazzato un altro che sembrava ancor più strano del precedente… Un mistero che si muoveva più precisamente e più velocemente di noi.”

Ed io, come i protagonisti, ero sbalordita e meravigliata durante la lettura.

Con gli occhi incapaci di frenarsi nella lettura, ho letto 400 e rotte pagine velocemente, mai sazia della curiosità che avanzava e mai sazia delle risposte ricevute.

Scorrevole, pur essendo abbastanza intricata e complessa, la storia procede che è “na meraviglia”, i personaggi sono ben descritti e sembra di vivere gli eventi passo dopo passo.

Tra i misteri, quello che non manca di certo è l’amore, la dolcezza del primo bacio e quello strano formicolio. La carica sessuale tra Dori e Mel è alle stelle e quegli attimi di tenerezza ed eros fanno solamente sognare, la ragazza venuta da lontano e il ragazzo con il senso di vuoto.

E che cosa c’entra il progetto Pandora?

Chi è PHI? E L’Heavenly Lab?

Quante infinite possibilità di scelta abbiamo?

Come una scelta possa cambiare l’esistenza?

Il concetto di spazio e di tempo finora conosciuto verrà spazzato vita da questo libro, stabilendo quei confini invisibili tra la realtà e l’irrealtà.

Ogni scelta, ogni azione o decisione non fanno altro che avvicinarci a quello a cui siamo destinati ad essere.

E se vi dicessi Entanglement?

Correte a leggere questo romanzo, non ve ne pentirete!!

ELEONORA

 357 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *