Recensione “NON MERITO IL TUO AMORE” di Samantha L’lle

 

 

 

Camilla è una donna segnata da cicatrici interiori causate da un passato che le ha tolto tutto. Finge una parvenza di serenità solo per il bene dei suoi genitori e, per accontentarli, accetta di partire per una vacanza in un paesino di montagna, dove i pettegolezzi sono all’ordine del giorno e chiunque riceve presto un soprannome. Lì, in una baita isolata, vive Il Fulminato, un misterioso forestiero ustionato dalla scarica di un fulmine. Camilla lo incontra per caso lungo il sentiero dove, spaventata da un branco di lupi e dall’aspetto minaccioso dell’uomo, cade a precipizio. Proprio lui la soccorre e Camilla capisce che Stefano, così si chiama il suo salvatore, è solo un uomo ferito e dall’animo gentile. Attratti l’uno dall’altra, preda di una passione incontenibile, iniziano a frequentarsi scatenando inevitabilmente i pettegolezzi in paese. Fino a quando il passato, sotterrato sotto un cumulo di verità taciute, verrà a galla all’improvviso.

Non merito il tuo amore è una storia intensa e drammaticamente romantica, che mette a nudo due anime ferite, certe di non meritare amore ma del tutto incapaci di resistervi.

Ammetto che la partenza non mi ha appassionata ma poi, piano piano, Camilla e Stefano hanno come scavato un tunnel verso il mio cuore e, alla fine, questo romanzo è stato un tripudio di emozioni. Mio marito mi guardava dall’altra parte del divano con un certo sospetto quando mi vedeva piangere, ma cavoli l’autrice ha saputo come centrifugare e concentrare in queste pagine tutte le emozioni: romanticismo e passione, dolore e perdita, rancore, rabbia e perdono, amicizia e riscatto.

Camilla e Stefano sono due personaggi atipici, lei è bella da mozzare il fiato ma non la classica femme fatale, semmai quella così bella che sembra un angelo dentro e fuori, al punto che il suo immenso dolore nessuno riesce a vederlo perché incantato a guardare altro; lui invece è forse il contrario di lei, è brutto fuori, pieno di cicatrici orribili causate da un incendio, che sono così orribili da far pensare che sia tale anche dentro.

Un fiume di maldicenze rincorre questi due giovani pieni di ferite che faranno davvero fatica a riuscire ad amarsi quando invece ad entrambi viene molto naturale. Il dolore che li accompagna, seppur dovuto a motivi differenti, li avvicina e permette loro di guardarsi negli occhi e di vedersi.

Una bellissima storia, molto forte e commovente, complessa ma ben sviluppata e con dei personaggi credibili e realistici, delineati alla perfezione sia nella psicologia che nell’animo, e infine una gran bella scrittura che con delicatezza dice tutto e accompagna il lettore per mano in un cammino montuoso, ma che lascia alla fine una vista mozzafiato.

Consigliatissimo!!!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *