Recensione “Noi due per sempre” di Jewel E. Ann

 

 

 

Dopo un orribile incidente, Swayze si ritrova imprigionata in due vite. Frammenti di ricordi si alternano a veri e propri incubi che la spingono a immergersi sempre più a fondo in un viaggio alla ricerca della verità. Si lascerà trascinare lontano dai suoi sogni per inseguire un desiderio di vendetta che appartiene a una vita non sua? Ci sono cose che non possono essere spiegate, ma al suo fianco troverà Griffin, guidato da un amore intenso e sincero, e Nate, con il quale sente una connessione inspiegabile. E alla fine, quando tutto sarà sul punto di infrangersi, dovrà decidere se continuare a vivere nel passato o dedicarsi, una volta per tutte, al suo presente.

Surreale, effetto sogno, qualcosa che non si riesce a concepire, capire, scrivere o leggere, eppure questo romanzo ti teletrasporta in qualcosa di insensato, inconcepibile ed eterno.

La reincarnazione, uno dei tanti dilemmi della vita, obiettivo, tema o altro di molte religioni, qui è spiegato così semplicemente e ben amalgamato alla vita reale che rimani spiazzata ad ogni capitolo.

L’autrice non ci ha fatto aspettare molto per il sequel, capitolo conclusivo della serie, che ti porta a tifare per tutti i protagonisti, per quell’amore passato e per quell’emozioni del presente che ti arricchiscono le giornate.

Scioccata e titubante, spiazzata e innamorata continui a leggere e a non saper scegliere tra la magia del presente e quell’atmosfera surreale di ricordi passati.

“Non posso lasciarlo andare… Non riesco a staccarmi. Sono un puzzle malfatto e alcune delle mie tessere combaciano con quelle di Nate.”

“Non ti lascerò mai andare… Voglio ogni sorriso. Ogni risatina. Tutte le lacrime. Voglio litigare con te solo per poter fare pace.”

“Ho bisogni che tu sia… una risposta”.

Confusione tra mente e cuore, caos, scegliere è l’unica soluzione ma la più grande paura di sbagliare.

Tornare nel suo bozzolo, protetti dal mondo esterno e dal quel passato che incombe, ricordi non suoi, attimi e profumi che invadono la mente e confondono.

“La verità è che sto perdendo Griffin per un passato che non posso cambiare e un futuro che non posso controllare.”

Eterno, come l’amicizia, come l’amore, come la vita reincarnata.

Un libro surreale e speciale, capace di ipnotizzarti e scioccarti e capace di far credere nell’invisibile.

Spezzare il cuore per ricomporlo, allontanarsi per salvare e portare alle giuste scelte, distruggersi a vicenda e toccare il fondo e credere al potere del destino, non restare, volere l’impossibile, l’indescrivibile.

“Insegui la felicità. Non accontentarti mai. Combatti per ciò che vuoi, non per ciò che pensi di meritare. Sogna in grande… abbastanza per due esistenze.”

Promesse, sbagli, amori, rancori, ricordi, passato e presente, un mix ben miscelato, scritto; l’autore ha saputo descrivere e riuscire a portare il lettore alla vittoria del caos sulla ragione.

Reincarnazione, ipnosi, omicidi, amori, amicizie che si sovrappongono in questo grande puzzle da terminare, inserire le giuste tessere sarà il nostro obiettivo, portare ad una fine, la giusta fine alla storia sarà il nostro regalo.

E chi lo sa se anche per noi esiste un ragazzo vero da qualche parte che ci porge la più sciocca delle domande “Raccontami la tua giornata, Swayz” e regala la vita ed ogni singolo respiro che entra nei polmoni.

Crediamo nel destino, lui ha potere su tutto.

 399 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *