Recensione “Nachos e ciliege” di Brandon Witt

 

 

 

 

Un racconto della serie Mary’s Boys

Darwin Michaels sta vivendo la vita dei suoi sogni a Denver. Tuttavia, nonostante la grande città gli offra il lavoro perfetto, pasti deliziosi e innumerevoli appuntamenti, lui sta perdendo la speranza di trovare l’uomo che possa tenere vivo il suo interesse per più di una notte. Finché non mette gli occhi su Cody Russell.
Cody ha appena raggiunto l’obiettivo della sua vita: andarsene dal Kansas. In un colpo solo, all’Hamburger Mary trova un lavoro, una nuova famiglia e la possibilità di stare con altre persone gay! Gli manca solo qualcuno di speciale. Quando Darwin gli dimostra il suo interesse, Cody pensa che sia troppo bello per essere vero. In fondo, cosa potrà mai trovare Darwin in un cameriere che ha abbandonato gli studi?
Mentre Darwin s’innamora di lui, Cody cerca di capire il proprio valore, ma quando il passato arriva a minacciare la fragile vita che sta costruendo, precipita in un momento di cupa depressione. Darwin, però, è deciso a mostrargli che l’amore, una famiglia e una casa sono lì ad attenderlo… Accetterà Cody ciò che gli viene offerto?

Darwin e Cody sono entrambi scappati dalla loro città natale per farsi una vita a Denver.

Darwin lavora all’università come ricercatore e Cody lavora come cameriere all’Hamburger Mary.

Entrambi hanno avuto parecchie avventure di una notte ed entrambi sognano l’amore vero, quello che li vedrebbe impegnati in una relazione stabile e sicura.

Si incontrano proprio al Mary ed è attrazione immediata da entrambe le parti, anche se tra i due è Darwin quello più sicuro e intraprendente. Cody arriva da una famiglia che ha molti problemi e che non sa della sua omosessualità. Non si aspetta molto dalla vita e soprattutto, non si aspetta di trovare un uomo con cui sentirsi al sicuro e con cui costruire una famiglia.

Ma Darwin saprà rassicurarlo almeno fino a quando il passato di Cody non bussa di nuovo alla sua porta, facendolo cadere in un tunnel di paura e dolore.

Trovo che questa storia abbia davvero grandi potenzialità. Le argomentazioni trattate non sono solo l’amore ma anche il dolore. La narrazione è sempre molto fluida e capace di trasportarti dentro la storia, facendoti sentire i personaggi, sia i protagonisti che i personaggi secondari.

Se devo trovargli un qualcosa di negativo è che è forse troppo corto, troppo affrettata la fine che invece a mio avviso poteva essere sviluppata maggiormente. Nel complesso però è davvero una bella storia e ne consiglio la lettura.

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA