Recensione “l’incredibile storia della seconda guerra mondiale” di Giovanni Cecini

 

 

 

La seconda guerra mondiale, grande contenitore di più confitti distinti ma collegati tra loro, è in realtà un serbatoio di storie incredibili, spesso sconosciute, che vale la pena di approfondire per capire meglio il nostro presente e le cause che hanno contribuito a rendere il mondo come lo conosciamo oggi. Questo libro intende quindi travalicare la tradizionale narrazione cronologica, procedendo per argomenti chiave come le alleanze, la diplomazia, l’economia, gli armamenti, gli oltre sessanta milioni di morti e gli scenari del dopoguerra. Il quadro complessivo è quello di una pagina fondamentale della storia dell’uomo che, nella sua brutale ferocia, esercita ancora oggi grande fascino su tutti gli appassionati di storia. Ogni storia, infatti, rappresenta un frammento di quello che è stato uno dei momenti più complessi di tutta la storia contemporanea, nonché lo spartiacque del Novecento.

Questo libro lo consiglio per un piano di studi: un libro complesso che ti dà una visione completa, reale e diretta dei fatti storici che hanno segnato un secolo, facendo appunto da spartiacque nel percorso storico.

Affascinante, entusiasmante, il carico di pagine si legge subito, la sequenza degli eventi ti trascina e ti senti parte integrante della storia.

Non oso immaginare il lavoro di studio intrapreso dall’autore, la minuziosa descrizione degli eventi ti porta dentro la storia, vivi il conflitto appieno, strategie, battaglie minori, eroi e non, li senti, li vedi, ci parli e li ammiri.

Era da tanto che un libro storico non mi interessava a questi livelli.

Il Novecento è un secolo dove l’innovazione tecnologica-industriale prende il sopravvento, ma è anche il periodo in cui le certezze e i colossi cedono il passo alla guerra, allo sbaraglio, al niente, che solo un conflitto lascia dietro di sè.

Non sono uno storico, non ho studi alle spalle, ma amo la storia e questo periodo storico, e questo libro dà l’opportunità di cogliere il bello dell’epoca e soprattutto il brutto, e far sì che la storia si conosca e non si ripeta.

Da “ignorante”, posso consigliare il libro per la bella descrizione dei fatti, per eventi sconosciuti messi a nudo, per la formalità della storia, perchè l’autore ha saputo trascinarmi dentro la storia, delineando non solo il periodo storico, ma anche angoscie, emozioni e lo stato d’animo di chi ha vissuto la guerra realmente. Non posso non dare un punteggio pieno e aspettare un altro bel romanzo di Cecini.

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA