Recensione “L’impertinente aiutante di babbo Natale” di Ari McKay

 

 

 

 

 

 

 

Quando pesca il nome dell’aitante collega e amico Erik Wilson e diventa il suo Babbo Natale segreto nell’usuale scambio di regali dello studio in cui lavora, al timido avvocato Kevin Anderson si presenta un’opportunità unica. Kevin ha un debole per Erik da molto, ma teme di rovinare il loro rapporto di amicizia e lavoro se l’altro non dovesse ricambiare i suoi sentimenti. L’anonimato dello scambio gli offre l’occasione di far sapere all’amico che qualcuno è interessato a lui, e Kevin decide di trasformare la sorpresa in qualcosa di più interessante: dodici giorni di regali, ognuno dei quali sempre più provocante, che si concluderanno con un incontro alla vigilia di Natale, se Kevin troverà il coraggio di andare fino in fondo.

Erik è incuriosito dal suo Babbo Natale segreto che, per la prima volta dopo molto tempo, gli offre qualcosa da attendere con impazienza durante le feste. Ma quando Natale si avvicina, si rende conto di non desiderare l’uomo misterioso: Erik vuole il suo migliore amico, Kevin. Quando i suoi tentativi di farlo ingelosire falliscono, Erik accetta l’invito a cena del suo ammiratore segreto. Ancora non sa che l’impertinente aiutante di Babbo Natale potrebbe essere l’uomo che realizzerà tutti i suoi sogni, in una classica storia di amicizia che si trasforma in amore e che da dolce diventa piccante per i due begli avvocati.

Che meraviglia!!

Questo breve romanzo è una chicca di Natale!

Fresco, spumeggiante, divertente, originale! Potrei andare avanti all’infinito!

Siamo in uno studio di avvocati, dove le festività natalizie sono da sempre molto sentite. Ogni anno, ciascun dipendente sorteggia il nome di un collega cui fare anonimamente un regalo. Al timido e impacciato Kevin capita per la prima volta Erik: collega, amico e da tempo protagonista delle sue fantasie.

Quale migliore occasione per sedurlo senza correre troppi rischi?

Kevin, infatti, non si è mai fatto avanti prima! La paura di un rifiuto, il rischio di rovinare la loro amicizia e la perfetta collaborazione sul lavoro, sono sempre stati troppo forti per dargli il coraggio di osare. Grazie a quest’occasione, però, decide di provare a smuovere le acque senza scoprirsi troppo: almeno non fino a Natale!

12 giorni li separano dalla festività, e per 12 giorni Kevin farà arrivare a Erik un regalo via via sempre più particolare e dalle intenzioni inequivocabili. L’intento è di incuriosirlo, stuzzicarlo e conquistarlo poco alla volta fino all’ultimo giorno in cui, forse, e seppur con timore, paleserà la propria identità.

Erik, decisamente più audace e smaliziato del collega, è piacevolmente incuriosito dal suo audace e segreto ammiratore! Pur potendo facilmente scoprire chi si cela dietro ai regali che ogni mattina riceve sulla sua scrivania, decide di non indagare e stare al gioco fino alla fine. L’unico a cui racconta ogni dettaglio sui doni ricevuti è l’amico Kevin che, timido e impacciato, arrossisce ogni qualvolta parlano d’intimità. Proprio durante uno scambio di battute in cui Kevin informa il collega del tipo di uomo che vorrebbe al suo fianco, Erik si accorge di provare qualcosa per lui, qualcosa che va oltre il rapporto di lavoro e la semplice amicizia.

Cosa accadrà?

Dovete assolutamente scoprirlo leggendo! E credetemi: ne vale davvero la pena! Nessun calo d’intensità, nessuna parte oscura, nessuna complicazione! Una perfetta storia di Natale, leggera, romantica e frizzante, in grado di far sognare ed emozionare ad ogni pagina, sempre con il sorriso sulle labbra!

Sapete una cosa? Vedrei bene questo romanzo come commedia romantica di Natale! Le adoro, esattamente come ho adorato questa storia!

Recensione:

Editing:

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA