Recensione “Lei appartiene solo a me” di Lia Carnevale

 

 

 

“Ognuno di noi custodisce un segreto. Lei è il mio.”

Alexander è un brillante avvocato di New York, socio di un importante studio legale, spesso sulle copertine di Forbes come scapolo più ambito di New York.

Tanjia è una giovane donna messicana, la sua vita è stata segnata da un incontro che, ancora oggi, è il suo peggiore incubo.

I due sono legati da un filo del passato.

Cosa accadrebbe se un giorno il destino li facesse incontrare di nuovo?

Una bellissima storia d’amore che nasce da un dramma che cambia la vita a molte persone.

Alexander è un giovane meccanico messicano che perde in un attimo la fidanzata e la figlia durante il parto. Sconvolto, cade in uno stato di depressione e abbraccia una vita priva di speranza. Col tempo, riesce ad alzare la testa, si trasferisce prima a Londra e poi a New York. Riesce a laurearsi in legge e a crearsi una posizione e ad avere tutto quello che la famiglia della sua defunta fidanzata desideravano per un genero degno di questo nome. Ma il suo cuore resta chiuso, pieno di dolore e rancore.

Quando si scopre che la figlia potrebbe essere morta in circostanze sospette, Alex torna in Messico per indagare e qui incontra la sorella della sua ex, una donna appartenente fredda e cattiva, ma che su di lui ha sempre avuto un effetto non indifferente.

Odio e amore, traffici illeciti, violenza e soldi, intrighi e tanta cattiveria si alternano nelle pagine di questo romanzo che, unito all’amore e alla passione, tengono il lettore incollato dalla prima all’ultima pagina.

Una storia ben architettata e bel sviluppata, con personaggi ben delineati e credibili, dialoghi perfetti e una bella scrittura a chiudere il cerchio.

Consigliato!!!

firma Claudia

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *