Recensione “Le dieci regole del miliardario” di Annika Martin

 

 

 

Innamorarmi di lui non era il mio piano…

Max Hilton. Ovvero la mia nemesi dai tempi del liceo. Tramutatosi ora nell’uomo più ricco di tutto lo stato. Il re del mondo.

E a me domani toccherà consegnargli il pranzo. Vestita da gattina.

Oh, lo adorerà. Già lo so che farà uno di quei suoi sorrisi smaglianti, dall’alto della sua torre scintillante, il sorriso del playboy più famoso di tutta New York.

A quanto pare stavolta non sarà la curiosità a uccidere il gatto… ma la mortificazione.

Eppure, quando sono sul punto di considerare un prematuro licenziamento, la mia compagna di stanza mi lancia l’ancora della salvezza.

Il Playbook di Max Hilton: le dieci regole d’oro per scegliere la ragazza più Hot della stanza”.

Niente meno che il libro che lo ha catapultato nell’Olimpo delle celebrità. E che da oggi sarà la mia Bibbia.

Perché non usare contro di lui le sue stesse tecniche? Lo piegherò alla mia volontà, lo metterò in ginocchio… e alla fine gli spezzerò quel cuore di ghiaccio. Chiamatela pure rivalsa per tutte le povere ragazze che hanno dovuto sopportare orde di perdenti che seguivano le sue leggendarie tattiche di seduzione.

Il problema è che Max non è affatto come pensavo che fosse. E vederlo ogni giorno sta iniziando a farmi uno strano effetto.

e poi ha quel sorriso, quello che rivolge solo a me e mi fa sciogliere il cuore.

e poi c’è il modo in cui mi tocca, e il brivido che mi fa scendere per la schiena.

e poi ci sono quei baci proibiti che mi fanno impazzire.

Riuscirò a spezzare le sue regole prima che sia lui a spezzarmi il cuore?

Un libro, uno scapolo d’oro, un pranzo da consegnare a domicilio, la rivincita “delle ex” e un paio di Scarpe Louboutin in palio, questo e molto altro.

Un libro che ha scatenato non poche risate, un piano predisposto contro colui che è asceso all’Olimpo grazie ad un libro “Le dieci Regole di Max Hilton” e vecchi amori e rancori che si scateneranno aprendo il libro dei ricordi.

Max e Mia, due rivali ai tempi della scuola d’arte, lui suonava il piano lei con la sua voce che incantava, un’estate, una presa in giro ed ecco che la simpatia diventa subito odio.

A distanza di dieci anni ecco che la vendetta viene servita su un vassoio d’argento, Ops, su un carrello.

“Operazione mettere in umiliato ginocchio Max Hilton”, sarà fatta giustizia.

“Max è la mia Kriptonite. Peggio.”

“Mia Corelli ti entra nel petto e ti toglie il respiro. Coraggiosa, bella e tragica, ma in qualche modo anche fuori portata. Come un sogno che non riesci a ricordare bene, svanisce ridendo appena lo si afferra.”

Le simpatiche amiche, le tecniche di accalappiamento del miliardario, il libro che funge da Bibbia del rimorchio, il vestito da gattina scintillante e i ricordi che man mano prendono vita e annebbiano l’obiettivo.

Un bel libro, divertente, romantico al punto giusto. Un finale da puro musical.

ELEONORA

 400 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *