Recensione “Le ceneri della vita” di Andrea Cangiotti

 

Giacomo è, in apparenza, un ragazzo qualunque. Un problema comportamentale lo rende, però, diverso dagli altri: non riesce a relazionarsi con nessuna ragazza. La soluzione a questo problema si cela nella sua nuova città, dove andrà a vivere. Qui inizierà un percorso di autoguarigione, che lo porterà a riscoprire il proprio passato e ad affrontare il presente da terremotato.

 

Un libro diverso dal mio solito, dove l’introspezione del protagonista è la sola protagonista.

Abbiamo un percorso emotivo e mentale di Giacomo, la riscoperta di se stesso e una nuova consapevolezza in quel presente da terremotato.

È un racconto non molto semplice nella lettura, le malattie psichiche sono all’ordine del giorno, psichiatri e teorie, pane quotidiano.

Una chiave, un vaso “Le ceneri della vita”, la leggenda.

Un percorso bello, una lettura che mi ha appassionata in ogni sua parte, sia nella parte umana, reale, che in quella di fantasia.

Un tema affrontato con molto tatto, terremoto e malattie psichiche, un protagonista che ci ha accompagnato per questo breve ma intenso viaggio.

 

 

firma Claudia

 129 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA