Recensione “La mia unica distrazione (Jock Hard Series Vol. 3)” di Sara Ney

 

 

 

Mangia. Dormi. Gioca a football. Questo è il mantra di Jackson Jen­nings. Una vita da atleta trascorsa con un solo obiettivo: diventare un professionista. Niente ragazze. Niente feste. Niente alcol. Man­gia. Dormi. Gioca a football. Ripeti. Ogni venerdì sera, Jackson attra­versa i vialetti del campus, annoiato, solo e determinato a non unirsi a nessuna festa. Ma la sera in cui incontra Charlotte Edmonds sul suo cammino, si chiede se il suo mantra riuscirà a resistere.

Stu­pide regole. Charlie non ha tempo per le sciocchezze di Jackson. Continua a rubarle il cibo e a prenderla in giro tutto il tempo, pro­vocandola e facendola fremere. Semmai dovesse decidere di avere un ragazzo, sceglierà qualcuno che non sia un parente stretto dei Neanderthal. Uno con delle buone maniere, e tempo da trascorrere con lei. Non un bambinone gigante che girovaga da solo di notte.

Per me Sara Ney è la certezza dei young adult passionali e romantici, della serie anche se scontato piace.

Ed è così che mi sento ogni volta che leggo una sua uscita, so cosa aspettarmi ma mi coglie di sorpresa per qualche piccola chicca che rilascia in ogni suo libro.

Ti innamori dei protagonisti, perchè seppur rozzi, grezzi, trasandati, hanno l’anima gentile, sono passionali, romantici, imperfetti, inesperti in amore e … atleti, non dimentichiamoci questo punto.

I suoi personaggi vivono il presente, si fa qualche accenno al passato, a qualche demone che li sbanda ma niente futuro, quindi stai lì e sogni su di loro, di come si evolve la storia e non li riesci a lasciare andare tanto facilmente.

E’ una lettura semplice, ma mi scalda il cuore ogni volta.

Stiamo parlando di Charlie, ovvero Charlotte, e Tre J o JJ, meglio identificato nel Somaro del Sud, ops Jackson.

Avremo l’appuntamento ogni venerdì sera sul bordo della strada e lo sbraitare continuo di Charlie nei suoi confronti per quel carattere insolente e presuntuoso del ricevitore.

Ma… “L’amore incasina tutto” e il sesso fuori discussione, con le selezioni alle porte le cacciatrici di atleti devono mantenersi a distanza.

Le solita routine, carriera-vita, verranno messe a soqquadro da quella ragazza con le “palle”.

“Cosa mi stai Facendo? Pensavo di aver capito tutto. Non ho mai conosciuto qualcuno che mi abbia fatto venir voglia di cambiare.”

E il primo bacio? Wow. “Preme la bocca sulla mia. Le nostre labbra s’incontrano, si saldano. Calde. Morbide. Piene. Charlie resta così, immobile, lasciando che il bacio bolla a fuoco lento, imprimendo la sua bocca sulla mia come un tatuaggio. Scotta. Brucia. Mi elettrizza.”

E anche questo lo consiglio. Buona lettura.

ELEONORA

 91 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA