Recensione “La dama nera” di Raffaella Giordano

 

 

 

Non è facile ritrovarsi soli in un paese sconosciuto, peggio ancora dover convivere con un uomo che ti ha sempre dimostrato disprezzo. Eppure, Selene decide di partire per l’Italia, lascia il Palazzo Reale che da sempre è stata la sua casa, disubbidendo agli ordini del padre.

Cosa può spingere una ragazza a lasciare tutto, lei che è sempre stata trattata come una bambola da sfoggiare nelle sale da ballo, una ragazza costretta già dalla tenera età a soddisfare ogni richiesta della Regina d’Inghilterra solo perché sua stretta discendente?

Selene, lascia la sua prigione d’oro in cerca di risposte, troppo giovane per essere vedova, e troppo ingenua per capire che dietro ad un falso suicidio si nasconde qualcosa di tenebroso.

Convinta che il marito non si sarebbe mai ucciso, decide di indagare ma, ben presto scoprirà una verità troppo crudele da poter sopportare.

Sola e indifesa vivrà sulla sua pelle la sorte che è capitata a tante ragazze prima di lei. Solo il vero amore riuscirà a salvarla dal baratro della disperazione.

Romanzo d’esordio per questa autrice molto promettente che si cimenta in un dark romance arricchito di suspence e mistery.

Nelle prime pagine la protagonista ci anticipa la sua storia parlando di un mondo oscuro, nero, non solo pericoloso ma soprattutto torbido e sinistro. Subito mi sono chiesta di cosa potesse trattarsi e i primi capitoli mi hanno ingannata perché avevano più il taglio da thriller. Selene infatti è una giovane nobildonna inglese, rimasta vedova di recente e che, non convinta del suicidio del marito, decide di lasciare il Paese e indagare da sola. Arrivata a Roma viene subito maltrattata dal migliore amico del marito che non vuole che lei indaghi e figuriamoci se una donna innamorata e poco convinta si lascia fermare!

Poi, quasi all’improvviso, mentre le indagini procedono e l’amico si rivela essere anche un tipo sexy oltre che dark, arriva l’oscurità anticipata all’inizio. Ed è oscura davvero. Paura, terrore, dolore, morte, disperazione, sconforto riempiono l’animo della protagonista. Nessuno poteva immaginare chi fosse il marito, in che cosa fosse coinvolto e in cosa ora è finita Selene. E in tutto questo buio, forse, solo l’amore, il vero amore, può mostrare la via per uscirne ma pagando un prezzo troppo alto.

Un romanzo ricco di sorprese e colpi di scena, di amore e odio, di oscurità e luce. Una bella storia, ben architettata e ottimamente sviluppata. Due protagonisti originali e complessi che è un piacere scoprire pian piano, il tutto unito da una bella scrittura che coinvolge e appassiona.

Consigliatissimo!!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *