Recensione “LA CONFRATERNITA DELL’ARMA BIANCA” di Paolina Daniele

 

 

 

Quando il giovane duca Adrian d’Alba e il generale Riego fondarono la Confraternita dell’Arma Bianca per portare l’Europa alla libertà, non avevano considerato la grande avventura che si accingevano a compiere. Intrepidi duelli e scontri spietati accompagneranno le loro gesta, mentre il l’impetuoso duca troverà l’amore in Italia, un amore tormentato, ma più forte di tutto.

Un bel romance di ambientazione storica che si sviluppa fra la Sicilia e la Spagna ad inizio Ottocento.

Il Duca d’Alba si reca in visita al principe di Grammonte per chiedergli aiuto nella battaglia che, insieme al generale Riego, sta per imbastire a favore della libertà contro i tiranni che infestano l’Europa. Qui però non immaginava di incontrare anche l’amore, nella figura della giovane figlia del principe, già promessa sposa a un uomo che non ama e non tollera.

L’amore fra i due giovani nasce spontaneo, non cercato e non voluto, ma impossibile da fermare.

Adrian ha modo di mostrare, oltre che il suo coraggio e le sue idee liberali, anche un cuore buono, sempre pronto a difendere i deboli e i bisognosi, facile al perdono se coglie un cambiamento nella persona che gli fa un torto, e aperto ai lavori più umili che non lo spaventano. Per questo oltre a stimolare amore dalla sua giovane sposa, lo fa ben volere anche dal popolo.

Un bel racconto dove amore e guerra si fronteggiano in ogni pagina, dove i duelli sono all’ordine del giorno e gli agguati sempre pronti. I personaggi sono piacevoli e interessanti, soprattutto Adrian, e la scrittura precisa anche se non sempre brillante.

Consigliato!

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *