Recensione “Just beat it!” di Daniela Barisone e Juls SK Vernet

 

 

Thomas “Tom” Elliot è il vostro amichevole agente FBI di quartiere. Quello che controlla tutte le cose che fate al computer. Solo che a lui è toccato James Tannebaum, che non riesce nemmeno ad abbassarsi le mutande dopo 57 pagine di video su PornHub.

Dai recessi di una dark room a un’indagine dai risvolti non troppo legali, Tom si ritrova a sospirare per l’inconsapevole James e farà veramente di tutto per raggiungerlo o quanto meno sbloccarlo dalla sua condizione. Compreso darsi al porno.

Hi lettrici e lettori Sale e Pepe

Oggi vi parlo di “Just beat It”, di Daniela Barisone e Juls SK Vernet, edito dal collettivo Lux Lab.

Ho deciso di recuperare questa serie in attesa dell’uscita del sesto volume e, soprattutto, perché avevo conosciuto altri volumi di questo collettivo e ne sono davvero rimasta colpita.

Cosa pensate possa succedere quando un agente dell’FBI addetto alla sorveglianza si prende una cotta per il suo sorvegliato? Assolutamente niente di buono direte, ma stranamente avreste torto.

Perché Tom e James sembrano essere destinati a conoscersi e, se non fosse per il lavoro del primo, ci avrebbe messo lo zampino anche la sorte.

All’inizio Tom cerca in tutti i modi di raggiungere e creare una connessione con lui prima anche solo telematicamente, insinuandosi nel suo computer attraverso il passatempo preferito di James, i porno – si, avete capito bene, i porno, non vi racconto di preciso come per non rovinare la sorpresa- e poi anche fisicamente, cercando di avvicinarlo, pur sapendo che questo potrebbe costargli tanto suo lavoro, ma la forza che lo spinge verso quel timido ed impacciato ragazzo biondo è incontrastabile.

“La sua ossessione per Tannebaum si stava rivelando un viaggio alla scoperta di sé, per quanto le scoperte fossero in un certo senso allarmanti. “

Entrambi i personaggi principali sono ben delineati, Tom anche se sembra il classico agente spaccone, insolente e sicuro di se, nasconde una vena di malinconia, perché nel profondo desidera qualcuno che gli stia  accanto e da cui tornare la sera per “smaltire” la frustrazione del lavoro. James invece, appare un ragazzo noioso, timido e insicuro, ma quando vuole dimostrare qualcosa si scatena diventando un ribelle; anche per lui però il desiderio più grande è riuscire a trovare qualcuno che lo ami così com’è.

Mi piaciuto molto anche il modo in cui vengono trattati ed introdotti gli altri personaggi, alcuni dei quali credo saranno protagonisti dei prossimi volumi della serie.

Questa che andrete a leggere non è una storia particolarmente complessa, anzi, però la scrittura delle due autrici è coinvolgente ed a tratti molto irriverente, per cui tiene incollati alle pagine, inoltre, non mancano di mescolare sia una parte dolce e romantica che una piuttosto hot e spinta.

Insomma, questo mi sembra un ottimo inizio per questa serie che vi  consiglio: è una lettura leggera, breve e passionale per quei momenti un po’ out, in cui avete bisogno di una storia che possa ridarvi un po’ di brio.

PAYNE

firma Anna

 299 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *