Recensione “Jäck atto I: La città celata” di Simon Schiele

 

 

 

In un mondo fantastico macchiato da problemi fin troppo reali, due giovani guerrieri combattono per crearsi un futuro. Jack, la spada, incatenato a un sogno di vendetta, Night, l’arco, in cerca di una famiglia. La loro vita cambierà quando arriveranno ad Adzul, la città celata, un’oasi di pace e serenità che tuttavia nasconde un grande segreto. Lì incontreranno il leale Cabil, la bella Judith, il sovrano Reginald, la Meranice e ammireranno la magia del Campo Lunare: sarà il posto adatto a loro? Com’è legato il segreto della città al loro passato? Una favola adulta ricca di umanità, un dark fantasy italiano che ridefinisce i canoni del genere. Violenza, razzismo, abusi sulle donne. Amicizia, amore, fratellanza. Questo è Jäck atto I: la città celata.

Hi lettrici e lettori Sale e Pepe

Oggi vi presento una collaborazione tutta fantasy, che è il genere con cui sono partita e poi appassionata alla lettura.

Il titolo di cui vi parlerò è “Jäck: la città celata” di Simon Schiele, che pubblica in self questa sua opera.

Simon Schiele ha iniziato a scrivere questa storia sin da ragazzino e non posso che esprimere i miei complimenti per l’immaginazione, la fantasia della sua mente, perché è riuscito a far nascere qualcosa di magico, la scrittura è scorrevole, intrigante e non mancano le parti emozionanti, anche se tutti i sentimenti arrivano in modo chiaro.

Ho amato scoprire il mondo da lui creato e tutti i personaggi, tra cui Jäck, che a tutti gli effetti può essere visto come il protagonista principale, intorno al quale ruotano le vicende e tutti gli altri elementi e personaggi.

Ma chi è Jack Lightning? Un orfano solitario che vuole vendetta per la sua famiglia o qualcosa di più?

Il lettore lo scopre man mano leggendo le varie sfumature del sul carattere e vedendo il modo in cui si pone con chiunque incontri sulla sua strada, tra questi troviamo, il giovane Nick, un ragazzino gentile e socievole, un carattere totalmente opposto a quello di Jäck stesso e   sarà proprio questa sua predisposizione però, a spingerlo verso Jäck e a volerlo comunque aiutare a dispetto del suo modo di fare – non proprio gentile- nei suoi confronti.

Per quanto riguarda le altre figure e i vari personaggi secondari, sono tutti presentati in maniera molto specifica ed hanno delle storie personali precise e curate e che, per alcuni, sicuramente si svilupperanno ancora nei prossimi capitoli della serie.

Non voglio assolutamente accennare alla trama, è molto ricca e proprio per questo qualsiasi cosa potrebbe essere considera spoiler, vi dico, però, che la complessità dell’intreccio narrativo è avvolgente e articolata molto bene e non vi lascerà assolutamente delusi come è successo a me, anche se l’ambientazione non è quella di un fantasy puro come mi sarei aspettata, anzi, gli elementi magici sono meno presenti e la nota di “Distopica” è molto spesso preponderante.

Che dire, questa mi è sembrata un ottimo inizio di serie ed ho apprezzato parecchio come l’autore ha gestito tutto, penso che quando uscirà leggerò con piacere anche il prossimo capitolo, nel frattempo se siete amanti del genere distopici, amate il fantasy e non vi spaventa la presenza di un po’ di mistero questo libro fa per voi, buona lettura!!

PAYNE

ELEONORA

 433 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *