Recensione “Intrigo e seduzione” di Mathilda Blake

 

 

 

Per una ballerina del Moulin Rouge come Gigì Letouche il fascino è un’arma indispensabile. È proprio grazie alla sua innata sensualità che Gigì, seppure in maniera non del tutto lecita, riesce a guadagnare qualche soldo in più. Mai avrebbe immaginato, però, che nell’orologio da lei sottratto a un barone inglese si nascondesse un messaggio capace di provocare uno scandalo internazionale, con la regina Vittoria al centro. E quando l’incarico di recuperarlo viene affidato all’intrigante Drake Carson, ispettore di Scotland Yard, Gigì scoprirà che l’amore non è solo desiderio, ma che possiede regole ineludibili…

Nuovo romance di questa bravissima ed eclettica autrice che, di qualsiasi argomento o ambientazione tratta, riesce a farlo in maniera ineccepibile, con studio approfondito e con una passione genuina al punto da far vivere le storie nel cuore di chi legge.

Premetto che non sono mai stata appassionata dell’Ottocento francese, del Moulin Rouge, del ballo e nemmeno della vita circense, eppure questa storia, così come è stata architettata, mi ha saputa colpire.

Nei romance poi in genere mi innamoro del protagonista maschile e qui l’affascinante ispettore di Scotland Yard, Drake Carson veste perfettamente i panni dell’uomo ideale: bellissimo, forte, coraggioso, con dei valori e dei princìpi sui quali non fa sconti. Eppure Gigi, la protagonista femminile, la fa da padrona indiscussa. È una ragazza che nella vita ha vissuto tanti, troppi, drammi. Un’altra al posto suo si sarebbe arresa soccombendo alla vita, Gigi invece ha saputo crearsi una vita indipendente, ha saputo sfruttare le sue passioni, il suo amore per il ballo, trovare un lavoro e vivere in maniera dignitosa. Certo qualche errore è costretta a commetterlo ma, nonostante le apparenze, mantiene alta la testa, aiuta chi è più in difficoltà di lei e ha sempre il sorriso sulle labbra.

Una bellissima storia d’amore e di passione ma anche di fiducia e riscatto, immersa in un’avventura e in un intrigo politico costruito ad arte. Personaggi stupendi, soprattutto Gigi, ma anche Drake, per non parlare di alcuni di contorno. Infine una scrittura perfetta, fluida e veloce ma densa di particolari storici e non solo, commovente e ironica al tempo stesso e sempre coinvolgente.

Superconsigliato!!!

firma Claudia

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *