Doppia Recensione “INIZIO’ TUTTO A NEW YORK” di Mandy Baggot

 

 

 

 

 

 

La temperatura è scesa, la neve si prepara a imbiancare i tetti e avvolgere ogni cosa, e Hayley Walker si sta dirigendo verso New York con un unico obiettivo: ricominciare da capo. Insieme a sua figlia Angel, una vispa bambina di nove anni, Hayley è pronta per iniziare un’avventura fatta di cioccolata calda, passeggiate in carrozza per Central Park, piroette sul ghiaccio del Rockefeller Center e visite ai musei più importanti. La città che non dorme mai è pronta a conquistarle! Ma oltre alle sue luci e ai grattaceli mozzafiato, New York ha molto altro da offrire. Specialmente per Angel, che nutre da sempre il sogno di conoscere finalmente il suo papà. Quando Hayley si deciderà a realizzare il desiderio della figlia, incrocerà sulla sua strada il miliardario Oliver Drummond. Abituato a una vita frenetica e sopra le righe, per lui l’incontro con Hayley potrebbe rivelarsi ben più fortunato di quanto non creda. Riuscire a realizzare il sogno di sua figlia potrebbe essere l’occasione per Hayley di trasformare la promessa di un Natale felice in una felicità “per sempre”.

Non sono amante dell’ambientazione natalizia dei romanzi d’amore e neppure della ormai troppo citata New York, per non parlare dei miliardari che si innamorano della piccola fiammiferaia, eppure… mi sono innamorata di questo romance. Merito dell’autrice, non ci sono altre spiegazioni.

Hayley è una giovane madre single inglese che ha conosciuto il padre della figlia una sola e unica notte di dieci anni prima a New York. Ora si appresta ad andare a trovare il fratello che lavora lì, nella speranza di riuscire a ritrovare quell’uomo e farlo conoscere alla sua Angel che lo ha chiesto come regalo di Natale.

Mamma e figlia sono uniche: la bambina è un piccolo genio, una specie di enciclopedia vivente, sempre pronta ad incamerare nozioni e si comporta spesso come un’adulta, questo perché la mamma l’ha sempre seguita e incoraggiata donandole tutto il suo amore dimenticandosi a volte di vivere la sua vita. Infatti ha abbandonato i suoi sogni di lavorare nella moda come stilista e non solo e soprattutto non ha più pensato ad una ipotetica vita sentimentale con un uomo.

Dall’altra parte abbiamo il classico miliardario, solo e donnaiolo che però ha alle spalle una storia clinica non indifferente: il padre e il fratello sono morti da poco in seguito a un gene che porta all’infarto e teme di essere destinato presto a fare la stessa fine. Il suo vivere a metà, perché privo di speranze si incontra con chi alla speranza ha rinunciato nel momento in cui ha avuto una figlia a cui pensare. Sono quindi due cuori che vorrebbero volare ma non possono, non osano. Per farli sperare ancora c’è solo una cosa e si chiama amore.

Una bella commedia, brillante e divertente, ma anche molto profonda e commovente. L’autrice ha saputo tenermi ancorata alla pagine del libro coinvolgendo il mio animo che correva avanti e al tempo stesso non voleva finisse.

Consigliatissimo!!!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Ecco la storia perfetta moderna, periodo natalizio, New York, lui bello, tenebroso e complicato, lei é buffa, piena di problemi e con una figlia al seguito.

Sembra di essere immersi in qualche episodio di “Una mamma per amica”, le esilaranti battute di Hayley con la figlia sono davvero inimitabili e frizzanti, tengono alto l’umore.

Ho riso leggendo il romanzo, pur trattando un tema abbastanza complicato, lei ragazza madre, rimasta incinta in una notte qualunque, da un’artista qualunque, i suoi problemi con la madre, la carriera rovinata e una figlia che chiede il padre come regalo di Natale.

Poi tutto inizia così per caso tra Lois e Superman, o per meglio dire tra Hayley e Oliver:

“Le è mai capitato di voler fuggire da un appuntamento?”
“Sta scappando da un appuntamento?”
“Bè, più o meno, ma non era un appuntamento previsto, anche se…”
“E non ha intenzione di dirle che se ne va.”
“Ho pagato il conto.”
“Ah, che eroe. Fa molto Superman.”
Ma il destino, si sa che a New York, sa giocare bene le sue carte e farà in modo di farli incontrare nuovamente.

Davvero divertenti le battute di Hayley, il suo modo di vedere le cose, sempre con il sorriso, sempre a testa alta e poi la sua descrizione del colpo di fulmine è stata fantastica: “Un formicolio, una serie di minuscole scintille di calore che mettevano in atto una lezione di Zumba dentro di lei”. “Era come se dei topolini le avessero invaso lo stomaco e si stessero rincorrendo”.

Lui più pacato, meno sorridente, anzi il tipico musone, con la sua paura che lo sta annientando e cerca di nasconderla, ma poi arriva lei e tutto si rimette in gioco, vuole il suo tempo, più tempo,

“Questa persona è entrata nella mia vita come un tornado… del tutto inattesa, con una velocità folle, sollevando il delirio intorno a sé… e mi ha salvato da stesso”.

Bel romanzo, fa sognare, fa ridere, e per chi crede ancora a Babbo Natale, ecco, i desideri si realizzano come per magia.

“Alcune delle cose migliori della vita sono le novità che arrivano da nulla” vi lascio con questa frase tratta dal libro.

RECENSIONE A CURA DI:

EDITING A CURA DI:

 476 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA