Recensione in Anteprima “To the moon and back- Dammi la Luna” Maria Antonietta

Gabriele Mida, in arte Re Mida, è un cantante di venticinque anni. Performer eclettico e determinato, ma con un fondo di fragilità, sembra riuscire a trasformare in oro tutto ciò che tocca. Leonardo Venier è un giornalista quarantatreenne, cinico, disilluso e con un matrimonio fallito alle spalle.

Quando Leonardo incontra Gabriele nel corso del programma Quindici giorni con una Star è deciso, con la sua penna biforcuta, a distruggere il musicista sotto l’occhio attento delle telecamere. Una lotta senza esclusione di colpi durante la quale però Leonardo conoscerà il vero Gabriele.

È davvero tutto oro quello che riluce? Toccherà a Leonardo scoprire il segreto di Re Mida.

 

Quando ho letto la parola “Fine” mi sono sentita persa, svuotata, abbandonata, ma, nonostante questo, nei giorni successivi, Leo e Gabriele sono rimasti con me. Sì, perché questa è una storia tanto intensa quanto dolce, che ti si cuce addosso, che rimane nella mente anche dopo averla terminata.

Ho amato tantissimo Leo e un po’ mi ci sono rispecchiata, quel suo essere anticonformista, sopra le righe, in un modo di vivere che lo ha portato alla rovina, ma totalmente coerente con sé stesso che non si è mai piegato al sistema, nemmeno nei momenti di difficoltà. Ho amato Gabriele, detto Mida, e quel suo celarsi, indossare una maschera che cade inevitabilmente nel momento in cui i suoi occhi si posano in quelli di Leo. Differenti, ma complementari, si studiano, si avvicinano, si feriscono per perdersi inesorabilmente, ma è impossibile lasciarsi con un amore così grande di mezzo. E lo impareranno a proprie spese.

Mi è piaciuta tantissimo l’idea del blog, quella penna arguta, pungente e provocatoria che rispecchia appieno il personaggio che Leo deve interpretare e che l’autrice descrive. Una caratterizzazione schietta, graffiante ma totalmente verosimile che fa sembrare i nostri due protagonisti come persone normali, uomini che potresti incontrare passeggiando per strada.

Geniale è stata la dedica all’inizio, quella che mi ha fatto pensare a quel cantante che io stessa ammiro (anche se in alcuni frangenti ho trovato eccessivo) per tutta la durata della lettura: nella mia mente era lui a impersonare Mida e, probabilmente, era questo a cui l’autrice mirava. Beh, ci sei riuscita…

Come dicevo, è una storia dolce che cresce piano, non c’è passione smisurata ma al contrario è un amore fatto di sguardi, di sfioramenti, di carezze, di sentimenti che si insinuano poco a poco, ma che, allo stesso modo, raggiungono il lettore e lo fanno sognare. Le scene di sesso sono poche e ben calibrate, passionali al punto giusto.

Quindi, tirando le somme, quest’autrice mi ha stupito, si è presa la mia mente e la mia immaginazione in modo completo, vi dico solo che ho divorato questo libro in due giorni non riuscendo a staccarmi dalle pagine. Un consiglio? Per chi ama questo genere, non può fare a meno di averlo nella libreria…

Alla prossima!

BARBARA M

firma Claudia

 127 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA