Recensione “Il Protettore” di Jessie G.

 

 

 

 

 

 

 

C’è stato un tempo in cui Master Saul Alvarez riempiva le sue giornate combattendo, e le sue notti insegnando a sub volenterosi il piacere della sua frusta. La sua comprensione della mente masochista lo rende il più accreditato sadico professionista nella comunità BDSM di Miami. Nessuno dei due ruoli invita a relazioni a lungo termine, ma è a suo agio con la sua solitaria esistenza, fino a che non viene incaricato di fare la guardia alla preziosa puttana di Durango. Uno sguardo dentro quegli occhi pieni di terrore gli fa giurare di rischiare tutto per salvare il bellissimo uomo.

Javier Escardo aveva implorato la morte, ma non si era mai aspettato lo spietato killer che ha ricevuto in risposta. Una fugace occhiata in quegli occhi peccaminosi rivela non solo la promessa di una punizione, ma una ragione per vivere. Sei anni più tardi, libero e quasi sano di mente, Javier è determinato a prendersi ciò che gli spetta. Il cuore di Saul. Attraverso l’inferno e ritorno, attraverso coltri di dolore e verità mutevoli, quell’unica verità è rimasta salda. Il suo protettore deve essere salvato, e lui non può farlo da solo.

Nascosto dalla propria immagine pubblica, Kyle Jansen è un uomo che anela a essere invisibile senza essere insignificante. Desidera un Master che scorga il suo bisogno di essere comandato senza abusare di lui e un amante che si prenda cura di lui al di là dei giochi sessuali. Ma fino a quando non incontra la bruciante combinazione di Saul e Javier, non si rende conto che non sarebbe mai potuto essere un solo partner.

Due cuori malconci possono essere sanati dall’amore di un terzo? Kyle diventa la luce nella loro oscurità e lui desidera rischiare il proprio cuore per i loro, ma quando il passato minaccia Saul, il sacrificio di Javier li distruggerà tutti?

Eccomi qui, in qualità di lettrice “profana”, a parlare delle emozioni che mi ha suscitato questo romanzo.

Premetto che si tratta del terzo volume di una serie e non ho letto i precedenti due volumi, pertanto il mio giudizio si basa solo su questo volume e soprattutto su ciò che l’autrice mi ha fatto provare leggendo la sua storia.

Si tratta di un bdsm, ed essendo ben poco erudita in materia, posso solo basarmi su quel poco che conosco sull’argomento, in base a precedenti letture e informazioni che ho trovato sul web, curiosando con la bacchetta magica chiamata :”google”.

Questo romanzo contiene Adrenalina allo stato puro, azione e colpi di scena sono ad ogni pagina.

I protagonisti di questa storia sono uomini feriti nel profondo delle carni e negli angoli più remoti della loro anima.

Sono stati torturati, oppressi, usati per gli scopi più infimi e crudeli e il danno della loro anima e del loro cuore sembra, ed è, decisamente irreparabile.

I protagonisti sono uomini cattivi, malvagi, capaci di crimini raccapriccianti, e quando il tempo gli dà modo di riscattare una vita rubata, profanata e strappata, dando una seconda possibilità, diventa tutto ancora più tormentato e complicato; perchè i fantasmi del passato tornano a turbare la mente dei protagonisti e ad alterarne la percezione dei loro sentimenti e delle loro azioni.

Un romanzo in cui è impossibile non affezionarsi ai protagonisti.

Non avendo letto i romanzi precedenti di questa serie, mi sono trovata davanti a molti personaggi marginali dei quali mi sarebbe piaciuto sapere di più e che ho intuito avrei potuto conoscere se avessi letto i precedenti capitoli.

Un romanzo fortemente psicologico che mi ha fatto capire cose del bdsm che fin ora non avevo compreso.

L’Autrice abilmente ci fa incontrare 3 uomini, fondamentali l’uno per l’altro come un trittico artistico che si completa a vicenda, i 3 che vivono queste vicende cosi intense e forti, mostrandoci la loro forza e le loro debolezze, come fragili steli di un fiore reciso che cerca annaspando di rimettere le proprie radici in terra, la terra dove la normalità resta una crudele utopia.

Avviso i lettori che questo romanzo è pura azione e sensualità, ma mai volgare anche se alcune descrizioni sono crudeli e violente, ma necessarie per comprendere i vari protagonisti.

Una storia di dolore, di amore, di amicizia e di fiducia.si perché il gesto d amore più grande e ‘ quello di potersi fidare, di un’altra persona anche e soprattutto dopo che questa persona è stata capace di farci terribilmente male.

 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA