Recensione “Il posto dei santi” di Bianca Favale

 

 

 

Alma farebbe qualsiasi cosa per nascondere la relazione che porta avanti da sempre con Nina, la sua prima fidanzata, moglie e madre di famiglia. La sua esistenza è intrisa di bugie e accompagnata dalla pigra attesa del momento in cui lei e Nina potranno vivere il loro amore alla luce del sole. La forza di una promessa la costringe a guardare in faccia la realtà e a non aspettare più un istante per alzare il sipario della sua vita.

Un libro che mette in gioco tutto: sentimenti e ragione.

Cuore e mente in eterno conflitto.

Alma, da sempre innamorata di Nina, porta avanti da parecchi anni la sua relazione “scabrosa” con lei nascondendola agli occhi degli altri.

Presa di mira da bulli e omofobi, Alma vede dissolvere la sua vita, la sua intera esistenza e cambiare il corso delle cose. “Violentata, annientata ma intatta”

“La mia vita è stata tutta così: un gustoso ensemble dal sapore dolce-amaro di bugie e silenzi, scelti per non uscire dalla trincea che ho costruito contro un nemico che forse non è mai esistito oltre il confine dello specchio.”

Lesbica ed innamorata dell’unica sua amica.

Ma Nina sceglie un’altra strada, lasciando Alma nell’amarezza e ad affrontare la sua nuova vita.

Un percorso emotivo, di speranza, di vita, di amore quello raccontato tra le pagine di questo libro. Una nuova consapevolezza nell’affrontare questo tema fin troppe volte detestato o silenziato.

Ho ammirato Alma in tutte le sue scelte, anche in quel rancore verso quei suoi stessi occhi, quella rabbia di vedersi sconvolta la vita, eppure è stata capace di reinventarsi non tradendo la sua indole.

ELEONORA

 335 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *