Recensione “IL POSTO CHE CERCAVO” di NAVI ALTEALUNA

 

 

 

 

 

 

 

Da anni, Eltan non parla più con Davide, il suo migliore amico, se non l’unico vero amico che abbia mai avuto.
Ciò che è successo tra i due ragazzi ha spezzato il loro rapporto ed Eltan non può e non vuole perdonare. Questo accresce il rancore, ma al tempo stesso apre una ferita colma di solitudine.
Quando a causa di uno spiacevole evento, Eltan si ritrova a dover avere a che fare nuovamente con Davide, capisce che fare a meno di lui non è così semplice.

Eltan è un giovane laureato, la storia inizia proprio dal giorno della sua laurea, di origini russe. Per via di un accadimento avvenuto anni prima, non parla più con il suo migliore amico Davide, finché questi non lo cerca nuovamente e lo obbliga ad un confronto.

Da questo confronto Eltan comprende che Davide non solo gli manca moltissimo, ma anche che tra loro c’è ben più di un’amicizia.

Devo dire che la storia non mi ha entusiasmato. I personaggi appaiono descritti in modo troppo sintetico e anche la loro interiorità è molto scarsa. Eltan, etero e senza neppure un dubbio in merito, si ritrova da un giorno all’altro a comprendere di essere gay, o forse neppure gay ma solo innamorato del suo migliore amico.

Le dinamiche dell’intera storia sono incentrate su Eltan e questa sua scontrosità costante che non mi è piaciuta. Ho pensato però che potesse essere ricondotta al suo stato di malessere interiore che alla fine neppure lui riusciva davvero ad identificare e forse, se questo voleva essere l’intento dell’autrice, sarebbe bastata solo un pizzico di introspezione che aiutasse il lettore a comprendere meglio il personaggio.

Le dinamiche con Davide, il coprotagonista, sono buone anche se le ho trovate troppo veloci, poco approfondite e non centrali alla storia.

In ogni caso ve ne consiglio la lettura di modo che possiate farvi la vostra idea.

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

 464 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *