Recensione “Il più fortunato” di M.J. O’Shea e Piper Vaighn

 

 

 

La rockstar Nick Ventura ha toccato il fondo. Geloso del nuovo amore di suo fratello, inizia ad abusare dei propri vizi e, annebbiato dai fumi dell’alcol, finisce per schiantarsi contro un negozio con la propria auto. Umiliato pubblicamente e a un passo dalla galera, per ordine del tribunale entra in un programma di riabilitazione.

Il nutrizionista Luka Novak è appariscente, effeminato, il genere di gay che Nick, bisessuale, normalmente schernirebbe. Il carattere solare dell’uomo nasconde, però, un profondo dolore causato da una precedente relazione. Luka sa che dovrebbe diffidare della reputazione di Nick, ma ne è attratto suo malgrado e la loro amicizia, inizialmente incerta, si trasforma in passione. Ben presto Luka si renderà conto che la paura di Nick di perdere l’immagine da cattivo ragazzo sicuramente implicherà il non rendere mai pubblica la loro relazione.
Nick aveva sempre creduto di non avere bisogno di nessuno, finché Luka Novak non entra nella sua vita. Adesso deve conciliare il passato, libero da ogni preoccupazione, con il futuro che all’improvviso desidera più di ogni altra cosa. E la prima lezione che deve imparare è come diventare l’uomo di cui sia lui che Luka hanno bisogno, piuttosto che rimanere il ragazzo che è sempre stato. Solo.

Secondo volume della serie “Lucky Moon” che aveva visti per protagonisti Shane Ventura e il suo amato Jesse, è ora il turno del fratello minore Nick.

I genitori di questi ragazzi non hanno fatto un buon lavoro: la madre una spostata egoista e il padre un alcolizzato violento; così i due fratelli Ventura hanno sempre e solo dovuto badare a loro stessi sostenendosi a vicenda. Shane, essendo il maggiore, non ha fatto solo da fratello a Nick ma anche da padre e da madre, sacrificando parte della sua vita. Alla soglia dei trenta è giunta l’ora di vivere e sposa l’amato Jesse.

In questo volume assistiamo al tracollo fisico ed emotivo del giovane Nick, geloso ed insicuro, che si butta su alcol, droga ed eccessi rischiando la vita. Quando si tocca il fondo non si può fare altro che risalire ma Nick rifiuta ogni possibile aiuto finché il nutrizionista del centro di riabilitazione riesce ad incuriosirlo.

Fra i due c’è attrazione, e anche tanta, ma Luka è uno dei medici che ha in cura Nick e preferisce evitare un coinvolgimento personale, tuttavia non riesce a rifiutare al ragazzo almeno la sua amicizia.

Finito il cammino riabilitativo Nick è un uomo nuovo con davanti a sé una lunga vita, deve solo scegliere come viverla, se seguendo la strada del passato oppure imboccarne una diversa, sicuramente più dura e impervia ma che può renderlo un uomo migliore e soprattutto felice.

Una bella storia, ben articolata con tanti spunti di riflessione: l’affetto e il sacrificio fraterno, l’importanza di un rapporto di fiducia e sincerità, la voglia di migliorarsi e costruirsi un mondo migliore di quello in cui si è vissuti.

Molto ben delineati i personaggi, in particolar modo i protagonisti ma non solo loro, attorno c’è una fitta rete di persone con colori, sfumature, caratteristiche differenti che li rendono vivi e credibili.

La scrittura poi è molto precisa, lineare e scorrevole, dolce in alcune parti, come anche delicata e intensa ma che sa essere anche passionale quando serve e concreta nei momenti giusti.

Consigliato!

SENSUALITA’:

RECENSIONE A CURA DI:

EDITING A CURA DI:

 

 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA