Recensione “Il modo più sbagliato per amare” di Lexi Ryan

 

 

 

 

Ci sono cose che non si dimenticano. Il giorno del tuo matrimonio, per esempio. Soprattutto il momento in cui tua sorella vomita sopra il bouquet e confessa di essere incinta… del tuo fidanzato. Volevo solo fuggire. Nascondermi fino a quando le mie ferite non si fossero chiuse. E così mi sono ritrovata in una strana città nel letto di un affascinante sconosciuto. Per un momento mi ha fatto dimenticare quella che avrebbe dovuto essere la notte del mio matrimonio. Ma poi, incapace di tornare indietro ad affrontare la mia vita ormai a pezzi, ho deciso di rimanere. Mi sono finta mia sorella, così da poter avere il suo lavoro a Jackson Harbor. E ho accettato di occuparmi di una bambina di sei anni. Ma non potevo certo immaginare che suo padre fosse l’uomo misterioso con cui avevo trascorso la notte, il dottor Ethan Jackson. Ho sperato che Ethan non scoprisse mai il mio segreto. Speravo che per lui non fosse così importante. Ma più gli stavo vicina e più mi innamoravo. Ignoravo che ci fosse, oltre al mio segreto, qualcos’altro in grado di dividerci per sempre.

Bellissimo romance, primo della serie de “I ragazzi di Jackson Harbor”.

Una volta tanto ho voluto con tutta me stessa che tutto andasse per il meglio, che alla fine, i due protagonisti, riuscissero a superare le avversità e ritrovare una felicità che non si degnava di avvicinarsi a loro ormai da parecchio tempo. Di solito non mi importa come va a finire, seguo la narrazione e penso che se anche finisse male, andrebbe bene lo stesso. Qui no, e non mi succede spesso.

Il romanzo è scritto talmente bene che le pagine volano davanti agli occhi e non ti accorgi di aver letto così tanto. La narrazione è fluida e spinge il lettore ad arrivare alla fine. Non è uno di quei romanzi che ti tengono sulle spine, né uno di quelli che ha tempi morti: è semplicemente fluido.

Si racconta la storia di un amore nato da una bugia, la storia di una passione che non può far altro che scoppiare perché anche noi percepiamo la tensione sessuale tra i due protagonisti.

Ogni personaggio regala energia e profondità alla storia e spero che l’autrice ci racconterà degli altri fratelli, e sorella Jackson al più presto!

Mi è piaciuto che abbia affrontato il problema della depressione e della malattia, pur non soffermandocisi troppo. In quel caso, forse, sarebbe risultato più pesante. Non so… so solo che, per come scrive la Ryan, mi sarebbe piaciuto anche se avesse approfondito l’argomento.

Lo consiglio vivamente.

firma Claudia

 196 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

One thought on “Recensione “Il modo più sbagliato per amare” di Lexi Ryan”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA