Recensione “Il dono” di irene Catocci

 

 

 

Cassandra è una ragazza emotivamente bulimica; tiene a distanza per paura di soffrire, di essere abbandonata nuovamente. La sua vita è in stallo da quando, in un incidente stradale, persero la vita i suoi genitori. Da quel maledetto giorno, tutta la sua vita è cambiata, l’età dell’innocenza le è stata strappata via, lasciandola inerme e prosciugata come un guscio vuoto.
L’incontro con Gabriele – un ragazzo paraplegico – ribalta, in un istante, tutte le sue certezze. Da quel momento tutto sembra possibile: l’amore, una vita diversa, e ricominciare a credere in un qualcosa di superiore, a un futuro che si era preclusa tanto tempo fa.
Questa è la storia di Cassandra e Gabriele, e del loro legame benedetto dal destino; una storia semplice, sui valori importanti della vita, sull’accettazione delle diversità e sull’amore, come unico dono da vivere pienamente e senza vergogna.

La dolcezza fatta libro. Questo è quello che traspare dalle pagine di questo romanzo. Le emozioni che ci regale una persona come Gabriele sono immense, dolore, amore, dolcezza, arresa, forza, fragilità, paura. Lui integro, dolce e innamorato.

Ho riletto questo libro a distanza di tempo, e con la seconda rilettura me ne sono innamorata maggiormente, volevo ritrovare Gabriele e la sua Cassandra, volevo ritrovare la forza e la fragilità di un cuore innamorato e di una mente incapace di dimenticare,

Amo tutti i libri di Irene Catocci, la reputo un’autrice camaleontica si cimenta in molti generi, o per meglio dire dà varie sfumature alle sue storie, si passa dal romantico al surreale o paranormale, suspense ed erotico, un m/m che ci ha sconvolto e questo che ci racconta il cuore.

Amo questo libro, amo questa storia, così diversa, così reale, così tangibile, che soffri con loro, alimenti quell’amore e ti abbandoni al dolore e alla sofferenza alla loro separazione.

Semplice come loro, eterni come l’amore, Irene ci porta a conoscere un amore che nella sua diversità splende di luce propria.

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *