Recensione “I COWBOY NON CAVALCANO UNICORNI” di TARA LAIN

 

 

 

 

 

 

 

Il cowboy Danny Boone nasconde un passato travagliato e sogna un modesto futuro. Porta un nome che ha inventato dopo una notte di bevute, e di cui si pente da allora, e ha alle spalle una breve e luminosa carriera nel circuito del rodeo professionistico, terminata quasi con la sua morte dopo che il padre omofobo ha scoperto che è gay. Ora Danny sogna un pezzo di terra su cui costruire un ranch e un po’ di soldi per recuperare l’istruzione che ha dovuto trascurare. Nell’intimo nasconde il desiderio di trovare un bel ragazzo dall’aspetto effeminato con un carattere dominante: una combinazione più rara di un unicorno.

Nel ranch in cui lavora arriva un giorno da San Francisco un arredatore d’interni, Laurie Belmont, un uomo così bello da lasciare senza fiato persino i cavalli e tanto coraggioso da arrivare quasi a uccidere per proteggere Danny da un’aggressione. Laurie sta cercando il modo di sfuggire al controllo di una madre autoritaria, un padre debole e un fidanzato ricco e privilegiato. Ma nonostante l’innegabile attrazione fra il ragazzo di città e il cowboy, i loro mondi si trovano in galassie diverse, e tutti sanno che i cowboy non cavalcano unicorni.

Danny Boone non è sempre stato Danny Boone, ma la sua vita passata è stata archiviata come il suo vero nome il giorno in cui suo padre, dopo aver scoperto che era gay, lo ha quasi ucciso. Ora Danny lavora in un ranch e quando capita cavalca tori per racimolare i soldi che gli servono a comprare della terra e a riprendere gli studi.

Nell’attesa di riuscire a realizzare il suo sogno, sogna di riuscire a trovare un compagno che sia dominante ma che abbia un aspetto effeminato. Sarebbe come trovare un unicorno, ma la speranza è l’ultima a morire, no?

E la speranza lo accarezza davvero quando nel ranch arriva Laurie, un arredatore di interni, bellissimo, effeminato, dominante e … purtroppo impegnato.

La chimica tra loro esplode all’istante, ma le loro vite sono troppo diverse… Danny è un cowboy povero che sogna una casa tutta sua, Laurie un ragazzo di città che sogna di aprire una sua agenzia e che è abituato ad una vita agiata.

Eppure le apparenze non sono ciò che sembrano e lo sa bene Laurie che, con il suo aspetto effeminato viene spesso visto come debole e incapace di badare a se stesso e soprattutto… passivo.

Una serie di avvenimenti, di cui non vi svelo nulla, porteranno però a cambiare molte situazioni e ad avvicinare i due uomini. Potranno un cowboy e un unicorno essere felici insieme?

Lascio a voi il piacere di scoprirlo tra le pagine di questa storia di cui consiglio assolutamente la lettura. Una storia dolce, a tratti divertente, ma che tratta anche un tema importante, come lo è l’omofobia. Un amore che nasce a prima vista, ma che avrà bisogno di tempo per evolvere e far avvicinare davvero il cowboy al suo unicorno. Una narrazione che non annoia e fa sfilare via le pagine in una lettura davvero piacevole.

 

Sensualità: 

 

Recensione:

Editing: 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *