Recensione “Genesi” di Fabrizio De Palma

 

 

 

Belfast, 1990. Anna ha sedici anni e come tutti gli adolescenti non si riconosce nelle autorità, nelle istituzioni e nella religione, ma a differenza dei suoi coetanei porta inconsapevolmente dentro di sé un potere che aspetta solo di essere schiuso.
Dintorni di Londra.

Nya, cresciuta tra le tribù di zingari irlandesi e finita in un giro di prostituzione, invece di rassegnarsi a un’esistenza da vittima scopre di avere le forze per farsi giustizia da sé.
In un mondo dove Angeli e Demoni abitano la Terra e tessono le stesse trame della Storia, le sorti delle due ragazze sono destinate a intrecciarsi, influenzate dalla leggendaria figura di Lucifer, che sconvolgerà le loro.

Esistenze.

Eccoci qui alle prese con un genere che conosco da poco ma che mi ha completamente rapita, facendomi perdere la testa.

Il romanzo in questione è un Urban Fantasy, sfumato con un po’ di thriller e devo dire che mi ha spiazzato positivamente.

La prima cosa che mi è piaciuta tantissimo è la spettacolare modalità di descrivere così bene i profili di ogni protagonista, come se fossero nella mia vita e li conoscessi di persona.

La protagonista Anna, è un adolescente alle prese con la tipica “complicata vita di adolescente”, dove lei nella sua scuola viene etichettata come quella diversa, quella strana, quella asociale.

A lei non importa però perché per lei contano solo i suoi nonni e il suo cane Tramp, tutto il resto è noia.

Fin che non entrano nella sua vita strani essere viventi che si fanno chiamare Angeli.

Da qui iniziano una miriade di avventure e cambiamenti,che quasi ti fanno pensare di star leggendo altri libri, per come cambia la trama e l’approccio del lettore che entra sempre più in simbiosi con la storia, diventando un tutt’uno.

La seconda cosa che mi è piaciuta tanto è la scrittura ,ti manda veramente in tilt, per come riesce a catturare la mente avvolgendoti con le sue parole ricche di curiosità,  suspense, rivelazioni.

Per quanto riguarda i suoi amici Dina e Ben, che dire? Hanno una forte personalità, entrambi molto interessanti, coraggiosi, astuti, intelligenti, protagonisti insieme ad Anna di questa favolosa avventura.

Un romanzo che ti fa volare a 360 gradi con la fantasia, che per me è un potente tocca sano per la mente.

Quindi direi proprio che il romanzo mi sia piaciuto veramente molto, adatto per chi ama il genere e ha voglia di scoprire nuovi mondi e nuove emozioni.

zara

ELEONORA

 350 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *