Recensione “Full Balance -Edizione Italiana” di Brigham Vaughn

 

L’amore non è sempre come ti aspetti.
Russ Bishop e Stephen Parker si sono adagiati nella loro felicità matrimoniale.
Hanno fatto un nuovo passo avanti, traslocando insieme in un nuovo appartamento spazioso e non solo hanno raggiunto il successo professionale, ma la loro connessione in camera da letto è bollente come sempre.
Diventare genitori non era mai stato parte dei loro piani per il futuro, ma quando il lavoro come volontari al Rifugio Open Doors fa capire loro quanti giovani che fanno parte della comunità LGBT abbiano il disperato bisogno di una casa, iniziano a prendere in considerazione l’idea.
Quando un sarcastico adolescente di nome Austin entra a far parte delle loro vite, il loro futuro non sarà mai più lo stesso.

 

 

Hi readers  ale e Pepe,

Oggi vi parlo del libro “Full balance – edizione italiana”, ovvero il terzo volume della serie “The peachtree” di Brigham Vaughn. 

 

Sono giunta a questo terzo capitolo della storia di Russ e Stephen con grandi aspettative e sono contenta di aver trovato un terzo capitolo super super romantico e dolce, che chiude il cerchio della loro storia e che ha soddisfatto la mia vena iper romantica. 



Ormai Russ Bishop e Stephen Parker stanno insieme da diversi anni, si sono sposati e vivono in tutta tranquillità il loro matrimonio. 

Niente sembra andare male: il lavoro va a gonfie vele per entrambi, la nuova casa in cui si sono trasferiti è perfetta per loro e in camera da letto le scintille non fanno che aumentare. 

Anche il volontariato al Rifugio Open Doors, pur essendo un ulteriore impegno, li lascia soddisfatti, anche se, vedendo quei giovani in difficoltà, entrambi hanno voglia di fare sempre di piú. 

Quando un irriverente, sarcastico e scontroso adolescente di nome Austin entra in contatto con loro, sembra scattare una molla e l’idea di diventare genitori affidatari diventa qualcosa che entrambi desiderano per il loro futuro, che non sarà mai più quello che avevano programmato.

«Hai mai pensato a come le cose succedono in un certo momento e per un certo motivo?» gli chiese Stephen, con un’espressione che divenne riflessiva. «Mmh?» Russ era troppo stanco per tenere il passo con quella conversazione. «Che vuoi dire?» «Come se Austin avesse avuto bisogno di aiuto proprio quando noi eravamo pronti a darglielo,» rispose. Gli accarezzò la schiena, tirandolo a sé. «O che tu sia scivolato sul caffè quando lo hai fatto. La tempistica era giusta per portarci esattamente dove siamo.»

In questo libro i due avranno modo di scoprire un’ulteriore parte di sé. 

Infatti, né Russ né Stephen hanno mai pensato a diventare genitori, soprattutto per via del loro passato. Entrambi hanno un rapporto travagliato e “anormale” con la genitorialità, per cui quando loro stessi si ritrovano in questa condizione, sono tanti i dubbi che li sommergono.

 

«Ce la possiamo fare, te lo prometto.» «Questa cosa dei genitori?» «Sì e con la vita in generale.»

Non è difficile capire come questo percorso sia molto duro, per loro come per Austin che è un adolescente ferito e pieno di sfiducia.

Devo dire che mi è piaciuto molto come l’autrice abbia usato tre pov inserendo anche quello di quest’ultimo, per me ha reso tutto piú profondo. 

Anche i personaggi secondari che ruotano intorno alla coppia sono ben descritti e, anzi, mi piacerebbe molto leggere delle altre due “coppie” (tra virgolette perchè una non è ancora formata del tutto) presenti.

 

Concludo dicendo che, anche se avrei letto volentieri qualche pagina in meno, perché, pur rimanendo una scrittura molto fluida e semplice, in alcuni punti il ritmo è un pò lento, l’autrice è stata davvero brava nel costruire questo terzo volume, mescolando tanti momenti diversi: paura, tensione , rabbia, tristezza, sensualità (ci sono scene spicy davvero fantastiche), senza tralasciare mai il fulcro di tutto, ovvero l’amore tra Russ e Stephen. 

 

Insomma una serie che, a mio parere, i più romantici non possono farsi scappare. 





firma Claudia

 

 144 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA