Recensione “Fino a togliere il respiro – Crave” di B. J. Harvey

 

 

 

 

 

 

Ho un desiderio ardente. Un impulso oscuro a cui non sono riuscito a resistere, nonostante ci abbia provato per anni.
Ho costretto me stesso dietro a una maschera, un’orchestrazione perfetta per celare il mio vero io.

Dopo averla incontrata, le mie voglie, i miei bisogni e i miei desideri più segreti sono cambiati.
Lei mi ha incoraggiato ad abbracciare il vero me stesso, si è resa disponibile a fare qualsiasi cosa volessi, concedendosi per soddisfare il mio appetito più carnale.

Poi, tutto il mio mondo perfettamente organizzato è crollato intorno a me: è stato un attimo, una perdita di controllo, e l’unica cosa che mi sta a cuore mi è stata quasi portata via.

Adesso, il mio destino è nelle sue mani.
La vita che mi sono costruito, tutto quello che ho fatto, ora aspetta in purgatorio; tutto a causa della mancanza di concentrazione, in un momento in cui era richiesta la mia massima attenzione.

L’unica cosa che desidero ardentemente, ora, potrebbe essere la mia fine.

Meraviglioso! Sarà che amo questi tipi di romanzo, sarà che mi sono innamorata perdutamente di Callum dopo le prime righe, sarà che la scrittura dell’autrice è perfetta, non so di preciso cosa abbia scatenato in me questa cosa, ma ho amato questo libro dalla prima all’ultima riga.

In questa lettura troviamo diversi lati del romance tutti mescolati assieme, dal thriller al dark, passando per il romance puro con qualche sprazzo di erotico. quello che ti colpisce sin da subito è il lato psicologico del protagonista maschile. Una maschera. Un carattere poliedrico che riesce a venir fuori solo dopo la comparsa di Lucia.

Con lei è tutto molto più semplice, lei è così come la si legge, senza segreti, senza bisogno di nascondersi, lei è quella che con il suo carattere e il suo modo di fare riuscirà a far cadere la maschera del bellissimo architetto.

La loro storia è un crescendo, a partire dall’attrazione fisica, fino ad arrivare all’amore. E così sono le emozioni che l’autrice provoca al lettore. un crescendo sempre maggiore fino ad arrivare alla parola fine.

Il lato suspance e thriller del libro è forse quello meno caratterizzato, l’autrice lo usa per fare da contorno alla storia d’amore tra i due, aggiunge quel pizzico di batticuore, ma non incentra il lettore sotto quell’aspetto. ho capito chi fosse il burattinaio dopo le prime volte che veniva nominato!!!

Un bellissimo libro, ben scritto, scorrevole e con una trama ben delineata. Sicuramente, è il libro adatto a passare una serata, a rilassarsi e farsi accompagnare da Callum e Luce.

SENSUALITA’: 

RECENSIONE A CURA DI: 

EDITING A CURA DI: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA