Recensione “Due cuori in affitto” di Felicia Kingsley

 

 

 

 

Summer ha ventisette anni ed è californiana. Blake ne ha quasi trentatré ed è un vero newyorkese. Lei aspira a diventare una sceneggiatrice di successo, ma per ora è solo assistente del direttore di produzione di una serie tv. Lui è uno scrittore da svariati milioni di copie e i suoi bestseller sono sempre nella classifica dei libri più venduti. Summer è fidanzata con un uomo molto più grande di lei, mentre Blake è single per vocazione. Lei è una persona ordinata, precisa e mattiniera, fa yoga e beve tè verde; lui fa colazione con un Bloody Mary e due sigarette, vive nel caos e non si sveglia mai prima delle due del pomeriggio. Summer e Blake non hanno proprio niente in comune, a parte una casa delle vacanze negli Hamptons, che per un mancato passaggio di informazioni è stata affittata a entrambi. Qualcuno se ne deve andare, ma tutti e due hanno ottime ragioni per restare. E le ragioni potrebbero aumentare con il passare dei giorni…


Felicia è diventata ufficialmente una delle mie autrici preferite!

Ogni suo romanzo è una garanzia: è in grado di miscelare humor e sentimenti dando vita a storie deliziose.
In una stupenda villa negli Hamptons, di proprietà di una coppia vip separata, si incontrano due improbabili coppie: Blake con la sua fiamma Susannah e Summer col suo compagno George. Entrambi hanno ricevuto l’invito ad usufruirne per l’estate da parte dei proprietari, ma uno all’insaputa dell’altra.
La convivenza è impossibile: Blake è un famoso romanziere newyorkese, tanto bello quanto dannato e dedito alla lussuria con la sua starlette di fama mediocre.

Summer è una seriosa salutista californiana, sceneggiatrice di serie TV, accompagnata dal suo George, che è il critico letterario che non ha mai perso occasione di infangare i lavori di Blake.
Qualcuno deve andarsene, ma gli eventi porteranno Blake e Summer a ritrovarsi da soli a dividere la stupenda dimora.
Battute ironiche, insofferenza e ritmi di vita così diversi porteranno i due a ribaltare totalmente l’idea che si erano fatti l’uno dell’altra e la passione, a fatica trattenuta, divamperà in una relazione esplosiva.
Blake è in stallo con la sua creatività e viene tartassato dalla sua agente affinché produca un nuovo lavoro, mentre Summer ha una posizione precaria all’interno della casa di produzione e teme di dover mollare tutto per tornare alla sua vecchia vita, in seno ad una famiglia di avvocati noiosi.
Sentimenti descritti con pennellate decise ed emozionanti, erotismo al punto giusto, umorismo che tiene il racconto su un piano leggero e molto divertente.
La storia viene raccontata a due voci dai due protagonisti, consentendo al lettore di raccogliere le confidenze di entrambi.
Libro da divorare per gli amanti delle commedie romantiche. Assolutamente consigliato.

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *