Recensione di “I SALVATORI DI OESTEND” di MARIE SEXTON

 

 

 

 

 

 

La vita nella prateria non è mai stata facile, ma ora Oestend stessa sembra determinata ad autodistruggersi.

Esiliato dal BarChi dall’uomo che ama, Dante Pane deve trovare il modo di rimettere in piedi la propria vita e ricucire i brandelli del suo cuore spezzato. Incapace di amare le donne, terrorizzato dall’idea di amare gli uomini, Dante non vuole altro che un po’ di pace.

Ma a Oestend non c’è pace che tenga.

La nuova casa di Dante puzza di morte, l’uomo non riesce a tenere in riga i propri aiutanti, e la nuova cuoca sembra aver preso possesso della sua dimora. Come se non bastasse, strani avvenimenti cominciano a imperversare per la prateria: animali morti, clima impazzito e voci portate dal vento. Dante è determinato a resistere, ma presto gli diventerà chiaro che la posta in gioco è molto più alta del suo ranch. L’intera Oestend è a rischio, a meno che qualcuno non rimetta le cose a posto.

Con l’aiuto dei suoi fedeli aiutanti, Frances e Simon, e gli sforzi di vecchi e nuovi amici, Dante lotterà per la propria vita, la sua casa e il cuore della persona che ama.

Torniamo nuovamente nella prateria di Oestend e ve lo dico, io ci sono tornata davvero con moltissimo entusiasmo, data la bellezza del primo libro, ma vi posso assicurare che se il primo capitolo vi è piaciuto questo secondo non mancherà di stregarvi ancora di più.

Conosceremo meglio Dante, già incontrato nel primo libro e ne capiremo le motivazioni e la psicologia profonda che quasi manca nel primo per quanto lo riguarda. Dante è un personaggio che se prima non è apparso particolarmente simpatico per alcuni suoi comportamenti, ora ci rapirà letteralmente il cuore.

Dante, esiliato dal ranch BarChi, si ritrova a gestire uno degli altri ranch presenti i cui gestori sono morti. Dante dovrà imparare a farsi rispettare dai suoi aiutanti.

Bellissimi i personaggi di questo libro, la dolcissima ma determinata Cami, Simon, Frances ma parte attiva avranno anche quelli che avevamo già incontrato nel primo libro, Olsa e naturalmente Aren e Deacon.

Inoltre strani avvenimenti iniziano ad accadere, animali morti, improbabili eventi atmosferici, succede di tutto, ma la maestria con cui è narrata la storia non ci fa assolutamente storcere il naso, al contrario, ci incanta.

E l’amore? Beh l’amore è protagonista indiscusso, ma ve lo lascio scoprire da soli, vi assicuro che non ve ne pentirete.

Lettura consigliatissima.

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA