Recensione “Deliziose perversioni” di Raffaella Giordano

 

 

 

“E noi non meritiamo l’amore, meritiamo solamente di pagare le nostre pene.”

La vita di Chiara sembra sul punto di colare a picco quando, per caso, incontra Marco, un affascinante avvocato pronto ad offrile un lavoro nel suo studio. Un lavoro che però la porterà anche a fare la conoscenza inaspettata, eccitante ed irresistibile di Simon, cliente di Marco. Le scintille tra loro saranno fin da subito pericolose e innegabili, ma lui è sposato e padre di due bambine, che ama più della sua stessa vita e per cui è disposto a salvare il suo matrimonio. La faccia pulita e allo stesso tempo seducente di Chiara, rischia di vanificare ogni buona intenzione, per questo si costringe ad allontanarla bruscamente e a togliersela dalla testa. Tutto precipiterà drasticamente quando Chiara scoprirà di essere incinta e, decisa a raccontare tutto all’uomo di cui si è innamorata, si presenterà nel suo studio, ma lui l’allontanerà in modo definitivo. A Chiara non resterà che una scelta: prendere le distanze da quell’amore folle, sbagliato e concentrarsi su se stessa. Marco deciderà di prendersi cura sia di lei che del bambino, diventando poco a poco, una famiglia.

Ma se un giorno, Simon inciampasse di nuovo nella vita di Chiara, scoprendo quello a cui ha ignaramente rinunciato? E se quello non fosse l’unico segreto tra loro tre? Qualcosa di terribile sta per stravolgere i loro mondi, così apparentemente distanti, ma fatalmente intrecciati. Perché noi non siamo altro che la somma delle scelte che facciamo e la vita è tutta una questione di momenti giusti. Può un’attrazione fatale, rivelarsi l’amore a cui eri sempre stato destinato?

Devo ammettere che sono stata folgorata da questo amore morboso, possessivo, a volte anche violento, tra Simon e Chiara.

Chiara, inizialmente, è succube di questo rapporto extra coniugale e Simon non è l’uomo migliore presente su questa terra, visto che trascura la sua famiglia e non affronta i problemi. Poi, però, Chiara prende le distanze da questo amore e diventa una donna forte, grazie alla nascita di una piccola creatura.

Mi è piaciuto molto il ruolo di Marco, un uomo sensibile e profondamente innamorato della protagonista, tanto da voler crescere un figlio che non è suo, che ha deciso di passare gli ultimi giorni della sua vita con una donna che non avrebbe mai ceduto il suo cuore, ormai trafitto da un amore malato e ossessivo.

Questo è un libro che difficilmente può lasciare indifferenti.

firma Claudia

 

 

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *