Recensione “Come non innamorarsi del capo” di Whitney G.

 

 

 

Fare il dottore a New York non è semplice, soprattutto se, come me, gestisci una clinica privata piena di incompetenti con il vizio dell’assenteismo. Negli ultimi sei mesi ho dovuto eseguire fin troppe operazioni di routine: di norma non sarebbe un problema, se non fosse che io ho abbandonato da un pezzo la medicina generale, adesso dovrei essere un dannato terapeuta… Così, quando al mio team si è finalmente aggiunta una persona più capace, ero al settimo cielo. Questo finché non ho scoperto che il nostro nuovo dottore non era altri che la donna che mi ha dato buca due settimane fa. La stessa che mi ha piantato in asso dopo che avevamo deciso di spostare nella realtà le nostre bollenti chat online…

Una lettura senza troppe pretese, scorrevole, frizzante, allegra e con un tocco di brio

La passione tra capo e dipendente, il clichè dei romanzi rosa ma la scrittura ritmica e ben definita e i protagonisti rendono la lettura piacevole.

Il romanzo è piuttosto breve ma questo non fa perdere il gusto alla lettura.

I protagonisti si conoscono in una chat di incontri, ma il gioco del destino li porterà a lavorare fianco a fianco in una clinica privata, Lui il dottore titolare e lei la specializzanda.

L’attrazione è tangibile fin da subito e se la statistica del del sito non sbagliasse sulla loro compatibilità al cento per cento?

Per salvaguardare il rapporto di lavoro, l’attrazione deve essere sopita fin da subito, e questo creerà disguidi, battibecchi tra i protagonisti.

La consiglio per avere un paio d’ore di spensieratezza con un romanzo rosa semplice, breve dove passione e amore creeranno un bel binomio.

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *