Recensione “Cinque sorelle” di Cinzia Giorgio

Quando Maddalena Splendori entra per la prima volta nella boutique della famiglia Fendi, in via Piave, Adele Casagrande Fendi la riconosce subito. Maddalena è una donna nota alle cronache per uno scandalo di cui è stata protagonista prima del matrimonio. Sin dal primo scambio di parole, però, le due donne sentono che qualcosa le lega: è lo spirito anticonformista e passionale che le anima entrambe. Quello spirito che ha consentito a Maddalena di emanciparsi dalla miseria in cui è nata e frequentare ora i salotti buoni di Roma, di ospitare in casa sua scrittori dell’importanza di Luigi Pirandello. Lo stesso spirito che ha spinto Adele Fendi, nella Roma degli anni Venti, ad aprire un negozio di moda insieme al marito, realizzando il suo sogno e diventando una stimata e affermata imprenditrice. Ben presto, infatti, grazie alla sua determinazione, le raffinate pellicce e gli accessori in pelle con il marchio Fendi diventano famosi anche all’estero, nonostante il conflitto mondiale. È solo l’inizio di un successo inarrestabile: l’amore per la produzione artigianale e per la tradizione, unito alla capacità visionaria, si trasmetterà dalla madre alle cinque incredibili figlie. Con loro e grazie al duraturo sodalizio con Karl Lagerfeld, il marchio diventerà una vera e propria icona del lusso internazionale. Tra le pagine di questo romanzo rivive la storia di un’amicizia così profonda da legare più generazioni, insieme a quella di una famiglia il cui nome è in grado di evocare eleganza e bellezza. Un viaggio nel mondo della moda…

 

La Giorgio è una di quelle autrici che scrive con cognizione di tempo, spazio e termini.

Una scrittura oculata, completa, descrittiva, che sa e parla di storia e che emoziona ad ogni passo.

Gli studi dietro a ogni suo libro sono complessi e si vede.

Ogni parola, evento, personaggio reale e non, sono inseriti a regola d’arte in quella parte di storia che sceglie e a cui da’ vita creando tutto intorno e dentro a lei una storia unica e originale.

Un romanzo che narra la storia di due donne diventate amiche per puro caso, una storia di finzione e irrealtà interamente ispirata a Maddalena Splendori e Adele Casagrande Fendi.

La casa di moda Fendi, dalla coppia fondatrice alle eredi, cinque sorelle al timone e poi abbiamo Maddalena e la sua unica figlia Clelia.

Emozionante e ricco.

Tra collezioni meravigliose, sfilate di moda d’altri tempi, accessori di lusso, i bagliori e le luci sfavillanti di un’Italia fatta di colori, stoffe e personaggi di alto calibro.

Una guerra che restringe il superfluo e cancella la bellezza, un dopoguerra che taglia l’inutile, il futile e il banale. Ecco che una famiglia di un estro sfavillante si affaccia e partecipa, rendendosi protagonista di una parte della storia italiana.

La magica, gloriosa Roma, due negozi, l’evoluzione della moda, il freelance che diventa il pilastro portante, lo stilista tedesco e il suo marchio di fabbrica.

Un altro bel colpo di Cinzia Giorgio e ogni sua uscita fa tremare le librerie.

 

firma Claudia

 

 

 131 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA