Recensione “Cambio di gioco” di Linda Colombo

 

Ky, trentun anni, introversa e riflessiva, appassionata di filosofia orientale. Lexi, ventisei anni, impulsiva e capricciosa, shopping dipendente. La passione per il calcio le accomuna. Un legame profondo le unisce. Ma una decisione importante sta per cambiare le loro prospettive. Tra meditazione e tacchi alti, tatuaggi e matite colorate, la storia di un sentimento potente quanto l’emozione di un gol al novantesimo. Perché le partite si vincono anche all’ultimo minuto.

 

Avevo letto il primo, “Io Gioco”, e con questo sequel Linda si è candidata tra le autrici che emergono per un talento innaturale nella scrittura.

Riesce, in poco più di duecento pagine, a delineare, spiegare, dare un senso e chiudere tutte le parentesi di una storia emozionante.

Le emozioni che ne scaturiscono sono molteplici e le protagoniste sono le sole eroine dell’intero romanzo.

Il calcio femminile sullo sfondo, un percorso interiore di Ky che ci farà defibrillare l’anima.

Paure, errori, speranze su quel rettangolo verde che decreterà la vittoria o la sua fine.

La sola e unica scelta è ricominciare.

 

 

firma Claudia

 67 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA