Recensione “Buon compleanno” di Sara Pellizzari

 

 

“Scrivo da sempre, amo imprimere su carta ciò che sento; inizialmente lo facevo solo per me stessa, è stato un modo per allontanare l’ansia, per sconfiggere la paura. Scrivevo a ruota libera frasi e pensieri, cercando in questo modo di esternare i miei sentimenti. Poi ho deciso di provare a realizzare il mio sogno e sono felice di esserci riuscita; amo i libri, adoro leggerli per evadere dalla realtà e abitare ogni volta una nuova vita, adoro scriverli perché mi permettono di emozionare ed emozionarmi.

Non pensavo di farcela, quando mi sono lanciata in questo progetto ero titubante e incerta, ma sapevo anche che dovevo dare voce alle emozioni. Dopo tanti anni, tanti Buon compleanno senza risposta, ho sentito che era giunto il momento di abbattere quel muro di silenzio e indifferenza che è tanto fragile quanto indistruttibile…”

È alle pagine bianche che si affidano pensieri profondi, ricordi dolorosi, segreti inconfessabili e racchiuderli in un libro è un modo per esternare emozioni personali che nessuno conosce, ma che hanno bisogno di essere raccontate.

Ciò che unisce e divide Martina e Christian è il confine indefinito tra amicizia e amore. Rispettarlo o lasciarsi andare equivale a camminare in equilibrio precario su quella linea immaginaria, tra la voglia di rischiare e la paura di rovinare tutto.

Eppure, anni dopo, può davvero bastare scrivere la parola “fine” per dimenticare un sentimento così profondo e mai davvero archiviato?

Ho appena terminato la lettura e sto asciugando l’ultima lacrima. Se un romanzo ti emoziona ha già fatto metà del lavoro secondo me e questo ha raggiunto le corde giuste.

Una bella idea quella dell’autrice, originale e brillante. Una donna di mezza età, autrice di romanzi, fa recapitare una copia autografata a un vecchio amico. Nelle pagine del libro è racchiusa la loro storia d’amore e di amicizia. Un racconto di dolore, tradimenti e separazioni che ha fatto incontrare i due protagonisti. Sono divenuti anzitutto amici e confidenti. Si sono sorretti a vicende mentre le loro vite affettive con altri naufragavano e sono divenuti indispensabili uno all’altra.

Questo grande sentimento che li unisce è forte e radicato, forse i tempi non sono sempre maturi per far prendere loro la strada che si aspettano, ma una cosa è sicura: niente e nessuno potrà mai spezzare il loro legame.

Una bella storia, sofferta e travagliata ma anche pura e intensa, genuina e vera. Due protagonisti meravigliosi che se non ci fossero bisognerebbe inventarli. Una scrittura fluida e coinvolgente che emoziona.

Consigliatissimo!!!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *