Recensione “Blueprint” di S.E. Harmon

 

 

Kelly Cannon è soddisfatto della sua vita. Ha degli amici, una famiglia fantastica e un buon lavoro. La sua vita amorosa, però, fa davvero pietà. E per quale motivo? Perché il suo cuore ha deciso di infrangere due regole importanti: non innamorarsi di un etero e soprattutto non innamorarsi del proprio migliore amico.

Il campione di football Britton “Blue” Montgomery è sotto pressione. Suo padre è interessato solo alla sua carriera di giocatore. I suoi allenatori vogliono che giochi senza infortunarsi di nuovo. E poi ci sono i tifosi, il suo agente e infine sua madre, che è ricomparsa dopo aver lasciato la famiglia anni prima. Come se non bastasse, il suo rapporto con Kelly si fa sempre più incerto, e questo lo spaventa più di qualsiasi altra cosa.

Quando Kelly ammette di essere innamorato di lui, il loro legame è messo alla prova, e Blue deve decidere cosa conta davvero. Non vuole perdere la persona più importante della sua vita, ma il prezzo per tenere Kelly al suo fianco potrebbe essere più alto di quanto lui sia disposto a pagare.

Per fortuna, il suo soprannome in campo è Blueprint, il Prototipo: è l’unico che potrà cambiare le regole del gioco.

Kelly e Britton, detto Blue, sono migliori amici praticamente da sempre. Kelly è gay, Blue etero convinto. Kelly è da sempre innamorato dell’unica persona di cui non avrebbe dovuto innamorarsi: Blue. Ha sempre cercato di tenere a bada i suoi sentimenti, ma questo si rivela sempre più difficile, soprattutto quando si rende conto che ogni sua relazione finisce inesorabilmente quando rischia di diventare troppo seria.

Blu non immagina neppure lontanamente quali siano i sentimenti di Kelly; lo ritiene semplicemente il suo migliore amico, o almeno così si è sempre detto, fino a quando non inizia a essere geloso.

Finire poi a letto insieme non è il modo in cui entrambi pensano che debba andare la loro amicizia. Kelly, ormai incapace di reprimere quello che prova vorrebbe allontanarsi un po’, per cercare di farsela passare e magari voltare pagina, per poter ritrovare la loro vecchia amicizia senza la complicazione dell’amore, Blue vorrebbe… beh la loro amicizia certo, ma pure che Kelly fosse solo per sé.

Ma avere una relazione con un uomo non è per nulla facile per Blue: deve affrontare la squadra, il coach, i tifosi, gli sponsor. Stare con Kelly però sembra così giusto che non riesce a farne a meno.

Davvero molto carino questo libro, belle le dinamiche e le personalità sia di Blue che di Kelly. Una scrittura fluida e mai noiosa.

È stato davvero un piacere leggerlo. Consigliato.

 427 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA