Recensione “Bellbrooke High” di Arianna Dongu e Angela Castorina

 

 

 

Alex è ricca e viziata. Fidanzata con la più bella cheerleader della scuola della piccola cittadina del New Hampshire, non perde occasione per bullizzare quelli che ritiene i più deboli. Ma il destino, nelle vesti di una professoressa, metterà sulla sua strada Eva, che incarna tutto quello che lei sembra disprezzare. Il fatto che la ragazza non abbia paura di lei non fa che renderla ancora più furiosa. Forse la rabbia che riversa sugli altri è un riflesso di quello che prova per se stessa, ed Eva potrebbe essere il suo specchio. Quando la verità è troppo difficile da accettare la scelta più semplice è fuggire, nascondersi, distruggere, e Alex in questo è una campionessa.
Una storia d’amore e di odio a cui è difficile mettere la parola fine.

Perché ho scritto questo libro?

Bellbrooke High è nato dalla necessità di raccontare e farsi raccontare una storia potenzialmente vera, soprattutto ai giorni nostri. I primi amori, le prime paure, i primi sbagli che dall’odio portano all’amore e viceversa in un’età in cui i sentimenti sono confusi ed esplosivi. Avremmo voluto leggere un romanzo così durante l’adolescenza, e quando Alex ed Eva si sono presentate da noi non abbiamo potuto fare altro che raccontare la loro storia.

Questo libro vorrei tanto averlo potuto leggere a 16 anni, quando gli ormoni galoppano e ci fanno vivere le emozioni in modo “esplosivo”. La vita di Alex super ricca, super viziata ma completamente abbandonata a se stessa, completamente ignorata dai genitori, con un futuro lavorativo scritto nell’ azienda di famiglia. Spesso la maggior parte di noi, invidierebbero la vita di questa ragazza, ma rovesciando la medaglia vediamo una ragazza senza speranza, con sogni chiusi in un cassetto, e nessun assegno puo’ riempire un vuoto di una tavola apparecchiata per uno puo’ . Alex e’ fidanzata con la piu’ bella ragazza della scuola, ma in questo gruppetto di persone ricche, con tanto tempo libero, il passatempo migliore e fare le bulle, e riversare tutta la loro rabbia ed il loro malcontento in persone che ritengono piu’ deboli. La storia cambia quando Eva, non abbassa la testa ed Alex vede una strada diversa, inizia a vedersi e capire che puo’ essere molto meglio di cosi’… La storia e’ molto attuale, molto scorrevole ed affronta molti argomenti delicati come il bullismo, le coppie gay, e vari problemi adolescenziali, ma senza comunque appesantire la narrazione. Super consigliato a tutti, a noi genitori e specialmente agli adolescenti.

 476 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *