Recensione “Basta poco per innamorarsi” di Chiara Trabalza

 

 

 

Giulia è la classica brava ragazza con la testa sulle spalle. Simone è il classico tipo poco raccomandabile che passa da una donna all’altra. La loro storia comincia per caso, dopo qualche drink di troppo. All’inizio sembra solo l’avventura di una notte, ma quando il destino ci mette lo zampino… A Giulia non resta che escogitare un piano e per farlo ha un disperato bisogno dell’aiuto di Simone. Così fanno un patto. Ma quando c’è di mezzo il cuore le cose non sono mai facili. Anche perché, a volte, basta poco per innamorarsi… soprattutto su una romanticissima isola greca.

Può un libro lasciarti il sorriso da ebete in viso e un cuore innamorato?

Ebbene sì- Questo libro è stato capace di farmi battere il cuore dopo poche pagine e farmi innamorare nuovamente.

Giulia e Simone, una notte di passione, un incidente di percorso, una bugia per riuscire a passare il test della famiglia.

La location da urlo, mi sono innamorata anche dell’isola greca oltre che dei protagonisti.

L’autrice ha fatto un bel colpo con questo libro, a ridosso dell’estate, una cornice pazzesca, un amore “estivo” con un estraneo, una sola notte ed ecco che il Dongiovanni dichiara e rincorre la redenzione, e noi che tiferemo perché raggiunga il traguardo.

Una lettura che impegna poche ore, ma che ti lascia per un bel po’ con gli occhi sognanti.

“Ha affrontato i mostri del suo passato, ha lottato contro le sue paure e il suo dolore e, alla fine, ha vinto.”

Ci si può innamorare di un estraneo? Beh, scopritelo.

firma Claudia

 737 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *