Recensione “ANDANTE CON MOTO” di Vera Demes

 

 

 

 

 

 

«L’amore non è compassione… e neppure pietà…» la voce di Euridice era rotta da un dolore profondo e insanabile «… e io non ho bisogno della tua pietà… non mi interessa… non voglio che mi guardi come se avessi paura di me… io voglio che mi ami, voglio che mi desideri, voglio la nostra storia…»

Un ragazzo simpatico e spavaldo, un vero talento calcistico, uno sciupafemmine dal cuore romantico.
E una ragazza bionda e gentile. Una musicista introversa e malinconica, con un’anima libera, coraggiosa e selvatica, ricca di pensieri segreti, di dolcezza e di sensualità rivelata.

Può l’amore superare il tempo, lo spazio e l’ineluttabilità del destino?

Matteo non ama complicarsi la vita. È un ragazzo semplice e deciso e ha molto chiari gli obiettivi da raggiungere. Gioca a calcio da quando era un bambino e, nella sua vita, non ha mai impedito all’istinto di indicargli la strada.
Così, quando, grazie ad un incontro fortuito, sul suo cammino compare Euridice, ancora una volta l’istinto decide per lui tracciando chiaramente la parabola dei suoi sentimenti.
Ma la realtà è più complicata di una partita di calcio.
Euridice è taciturna, misteriosa ed introversa e, dietro al proprio violoncello e al suo modo esitante di affrontare la vita, nasconde terribili verità.
In un percorso di passione e desiderio, rinuncia, espiazione e struggente lotta contro il tempo, lui cercherà di salvarla. Per salvare sé stesso.

Questo è il classico libro che non si è in grado di giudicare fino al l’ultima riga.

Conoscete la leggenda di Euridice e Orfeo?

Ve la riassumo in poche righe:
L’amore tra Orfeo, bravissimo musicista, e la bellissima ninfa Euridice, viene spezzato troppo presto.
Il giovane Aristeo si innamorò perdutamente della donna ma Euridice non lo ricambiava, perciò un giorno, nel tentativo di sfuggirgli, inciampò in un serpente velenoso che la uccise mordendola. Orfeo si disperò terribilmente e, incurante del destino, decise di scendere agli inferi per andare a riprendersi la sua amata. Dopo aver affrontato e superato molti ostacoli, finalmente giunse al cospetto dei due sovrani degli inferi. Persefone, intenerita dall’amore di Orfeo che lo aveva spinto in un luogo tetro come quello, permise all’innamorato di riavere la moglie soltanto se, durante il tragitto che li avrebbe condotti fuori dall’Ade, egli non si fosse mai voltato a guardarla.Orfeo prese per mano Euridice ma, impaurito dal fatto che non ci fosse realmente la sua sposa, si voltò ed Euridice scomparve per sempre.

In questo nostro libro invece è proprio Euridice la musicista mentre Matteo è un calciatore affermato,  i loro primi incontri sono frutto del destino, non premeditati e sempre fugaci, finché Matteo non decide di diventare uno stalker per raggiungere l’obiettivo di conquistarla e ci riesce, eccome se ci riesce.

Euridice vive questa storia come se il suo corpo non fosse una bomba ad orologeria e Matteo, ignaro, la ama come non mai, in tutti i modi possibili, e il loro amore è qualcosa di magico, una forza soprannaturale che sembra non possa essere scalfita dal tempo, dalla malattia, ma può davvero sconfiggere la morte come pensava Orfeo?

Per quanto lei lo nasconda prima o poi la verità ti raggiunge ed è così che lo allontana definitivamente lasciando che la vita le scorra via. E lui? Bé lui va per la sua strada, verso una carriera calcistica promettente.

Al contrario di Orfeo, Matteo non riesce a combattere, ad affrontare gli inferi per salvare la sua amata, Matteo si è convinto che in fondo l’amore non vince su tutto e che non può salvarla dalla morte, ma è davvero così? Perché i km che li separano ormai sono tanti e a Matteo non resta che colmare la distanza, e correre contro il tempo sperando che  l’amore sia davvero capace di fare miracoli. Sa benissimo che, al contrario di Orfeo, non deve voltarsi, deve prendere la sua amata Euridice e condurla verso la vita, verso un futuro insieme.

Un libro che ti entra dentro, da leggere con calma, da non abbandonare dopo le prime 100 pagine perché non ingrana, un libro che trasmette amore . Da assaporare per provare le emozioni che scaturiscono leggendolo, un libro che vi farà piangere e soffrire ma che vi regalerà anche un sorriso.

Sensualità:

Recensione:

Editing:

 540 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA