Recensione “American Prince” di Sierra Simone

 

 

 

Sono stato molte cose.
Sono stato un figlio e un fratellastro. Un capitano dell’esercito e un Vicepresidente.
Ma solo con Lui sono un principe. Il suo principino.
Solo con Maxen e Greer il mio mondo ha un senso, solo tra di loro posso trovare la pace dai demoni che mi perseguitano. Ma gli uomini come me non sono destinati a essere felici. Non ce lo meritiamo. E avrei dovuto immaginarmelo che un amore intenso come il nostro fosse una lama a doppio taglio.
Mi chiamo Embry Moore e sono al servizio del Presidente degli Stati Uniti d’America… per ora.
Questa è la storia di un principe americano.

Secondo volume dal punto di vista di Embry, il principe del trio, il principe che cede il passo e si mette da parte rispetto al Re Ash, un principe che in solitaria emerge, ambisce, rivendica quel ruolo da protagonista.

Rispetto al primo volume, l’ho amato, il protagonista merita, la sua storia, il suo passato, la sua ambivalenza, i suoi sentimenti contrastanti tra la Queen e il King.

I colpi di scena sono dietro l’angolo, e se per la salvare la regina si sacrificasse il proprio cuore?

Ricatti, ricordi, sesso, rapimenti un mix ben congeniato di suspense ed eros.

Se nel primo volume il menage a trois mi soffocava ed infastidiva, qui non si dà molta enfasi ad esso, ma ai rapporti di coppia e soprattutto al protagonismo individuale di Embry.

Lo consiglio!

 507 total views,  2 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *