Recensione “Al di là dei tuoi occhi” di Paola Serra

 

 

 

Ci sono volte in cui voltarsi indietro fa ancora paura. Ci sono volte in cui vorresti che il passato restasse tale. Quelle in cui ti ritrovi “costretto” a tornare nei luoghi della tua infanzia non sapendo bene cosa aspettarti.

Sono questi i timori che affiggono Noah nel suo viaggio verso casa, nella cittadina selvaggia di Hulett, dopo un’assenza durata ben cinque anni.

È lì che ha lasciato una parte di sé: tra le catene montuose e “presso il grande fiume calmo”, tra le praterie e gli arbusti, tra i ranch e i cavalli, tra nuovi e vecchi amici mai dimenticati. E sarà lì che ritornerà per scoprire cosa nasconde la sua Beck: un’amica, una confidente, la sua metà perfetta.

Un rapporto indissolubile, un’amicizia pura e sincera messa a dura prova da una partenza improvvisa.

Ma come spesso accade nel distacco, molte cose sono cambiate, loro non sono più gli stessi: Rebecca schermata dietro i suoi muri invalicabili e con tanta rabbia da esternare; Noah, con una vita altrove, ritrova ferite che credeva aver metabolizzato.

Riusciranno a ritrovare l’uno negli occhi dell’altra quella complicità smarrita, quella fiducia perduta, quell’anima affine che riusciva a leggergli dentro al primo sguardo?

Riusciranno a riconoscersi accantonando il passato e scrutando il domani con nuove aspettative?

Benvenuti in Wyoming, benvenuti nella loro realtà.

Quella fra Noah e Rebecca è una di quelle storie che restano nel cuore: una grande amicizia, di quelle basate sulla sostanza, sull’aiutarsi a vicenda e sulla fiducia totale nell’avere accanto qualcuno che ci sarà sempre, anche a distanza di anni.

Dopo la morte del padre Noah e la madre hanno lasciato la cittadina di campagna dove hanno sempre vissuto e si sono trasferiti a New York.

Il dolore del distacco dall’amica di sempre, Rebecca, è stato talmente forte che Noah ha preferito tagliare i ponti per soffrire meno. Peccato che Rebecca abbia sofferto più di lui sentendosi abbandonata.

Gli anni sono passati, ben cinque, e la ragazza ha subìto un grave lutto dal quale non riesce a riprendersi, così Noah torna a casa nella speranza di riuscire ad aiutare la vecchia amica.

Amicizia, amore, rancore sopito, troppe cose non dette e soprattutto troppi drammi nella vita di entrambi sono alla base di questa delicata e commovente narrazione.

Un bel viaggio introspettivo che porta i protagonisti a guardarsi dentro e ad avere fiducia in chi amano, a saper aspettare il momento giusto e i tempi giusti dell’altro.

Un vero amore che lotta e combatte per la libertà e la felicità ma sa anche rispettare e rinunciare.

Una bella storia con personaggi interessanti e realistici, che hanno molte cose da dire ed emozioni da trasmettere, il tutto cucito con sapienza dalla bella penna dell’autrice.

Consigliatissimo!!!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *