RECENSIONE a “QUESTIONI DI SCELTA” di Ingrid Rivi

 

 

 

 

 

A cosa serve la bacchetta magica se Cenerentola ha un Iphone? Letizia Castelli sta per sposare il suo principe azzurro ed è al settimo cielo, o quasi… Potrebbe essere più felice solo se cancellassero Ibiza dalla faccia della Terra, perché è proprio lì che il suo fidanzato Trevor festeggerà l’addio al celibato. Immaginate per un momento che la fata madrina sia un cane combina guai di nome Rufus, che la scarpetta di cristallo sia uno smartphone disintegrato e che i principi azzurri diventino improvvisamente due. Come districarsi? In un attimo il mondo di Letizia verrà capovolto, tutte le sue certezze infrante, e starà a lei rimettere insieme i pezzi, perché in fondo il finale da favola e la felicità non sono altro che questioni di scelta.

Questo romanzo è stato come una boccata di aria fresca, un abbraccio fraterno e il racconto di una bella fiaba tutti concentrati insieme in un unico libro. Mi è proprio piaciuto molto nella sua semplicità, senza scomodare tutto ciò che va di moda, dai giochi erotici ai grandi colpi di scena eclatanti. Puro, limpido, ben scritto e va dritto alla meta: il cuore.

Letizia è una giovane donna, carina e simpatica, con un buon lavoro, due genitori separati e originali, un dolcissimo amico gay e un gran bel fidanzato che possiamo definire il classico principe Azzurro: bello, ricco e affascinante.

Mancano pochi giorni al matrimonio e il bel principe, che di nome fa Trevor, parte per Ibiza con gli amici per l’addio al nubilato. Ok a questo punto storcerete il naso come ho fatto io, eh sì perché non si fa, insomma siamo anche sotto Natale e a un passo dal grande evento. E qui iniziano i guai in paradiso, se poi ci mettiamo che Letizia incontra un giovane gentile e disponibile che si ritrova spesso fra i piedi mentre lei è sola e piena di dubbi e il gioco è fatto. Due principi Azzurro, due caratteri totalmente diversi, due approcci alla vita diametralmente opposti e poi aggiungiamo che nulla è come sembra perché dei due uno non la racconta proprio giusta e ci troviamo in un mare in burrasca, come è il cuore e la mente della protagonista. Dubbi, ripensamenti, prese di posizione sono alla base della narrazione che coinvolge man mano che i vari personaggi vengono svelati nella loro essenza, senza giudizi sommari, ma con la consapevolezza che la vita richiede scelte, giuste o sbagliate che siano, ma sta a noi farle. Per il nostro bene e di chi ci sta accanto e spesso è la vita stessa, con le sue battute d’arresto, a volte anche drammatiche, che ci indica la via: seguiamola anche se comporta dei rischi.

Bella storia, bei personaggi, bella scrittura e un punto in più per aver creato un personaggio come Fausto, il padre di Letizia, il mitico mister. Un uomo al limite della parodia, della simpatia e dell’ironia. Lo rileggerei anche solo per lui e per le sue perle di saggezza in stile calcistico. Favoloso!

Consigliatissimo!!!

 

Sensualità:

Recensione:

Editing:

 485 total views,  3 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA