RECENSIONE a “CAMBIA IL VENTO” di Rebecca Quasi

 

 

 

 

 

 

Exeter. 1886.

Mr. Devon Holmes è partito dal basso. Ha iniziato a lavorare come mozzo a sedici anni e nel volgere di un decennio è diventato prima capitano e poi armatore. Grazie alla sua abilità negli affari è riuscito a sposare lady Costance, figlia del conte di Norfolk, nobile ma in dissesto finanziario. L’unione tra i due non è mai stata né intima né felice e il disastro economico in cui Holmes sarà coinvolto, non potrà che peggiorare la situazione, ma il destino ha in serbo per lui qualcosa di inaspettato; del resto, un vento che cambia può far succedere di tutto, anche stanare una passione sopita.

Dopo le affascinanti e torturate vicende di “Dita come Farfalle” e le simpatiche ed intriganti frecciatine amorose de “La Governante”, Rebecca ci regala un’altra coppia veramente ben assortita. In questo romanzo breve, nel quale come al suo solito va a mettere in discussione i canoni sociali del periodo, in questo caso Vittoriano, ci raffigura non solo una bella storia d’amore e di seconde possibilità, ma anche una intera famiglia composta da cinque elementi, quattro umani ed un…. Irresistibile felino!

***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *****

***** EBOOK GRATUITO SUL SITO WWW.DRIEDITORE.IT *****

Bellissimo romanzo sulle seconde possibilità.

Ormai sapete che adoro i romance storici e Rebecca Quasi è una delle mie autrici preferite di questo genere e, anche questa volta, non mi ha delusa con le sue storie originali.

Sì perché dopo aver letto centinaia di romance del genere fra italiani e stranieri ci si stanca dei soliti balli, palpiti e giovanI che si invaghiscono del bellissimo titolato.

L’autrice infatti parte da uno dei miei periodi preferiti, ha i piedi ben piantati nel periodo storico, arricchisce la narrazione di mille piccoli particolari dal vestiario agli usi, ma poi vola con la fantasia e fa volare anche noi lettrici senza sapere bene dove ci porterà il viaggio. Ed è questo, unito al suo stile elegante ma leggero, che amo nei suoi scritti.

Veniamo alla storia: Constance è di sangue nobile, ma purtroppo una pessima amministrazione ha ridotto all’osso le rendite di famiglia e, seppur bella e titolata, non potrà ambire ad un matrimonio da favola; Devon invece ha i mezzi, costruiti con il proprio duro lavoro e arguzia, ma non ha nessun titolo.

Il matrimonio fra i due sembrerebbe costruito a tavolino e invece entrambi provano dell’attrazione, se non addirittura amore uno nei confronti dell’altra.

Passano gli anni e li ritroviamo seri, freddi e quasi estranei. Lui ha un’amante fissa da un decennio e lei sopporta e sopravvive senza chiedere nulla.

Sarà una catastrofe finanziaria a farli svegliare dal loro torpore, ma non sarà certo facile costruire o ricostruire ciò che è sopito da troppo tempo.

Non svelo altro, se non che ho adorato la storia. Devon mi ha spesso fatto arrabbiare e lei, Constance, è un’eroina del suo tempo, una gran donna, forte, fiera, coraggiosa. Una donna da amare e da prendere a esempio. Certo anche lei come tutti ha i suoi lati oscuri ma è davvero raro trovare una dona simile fra le pagine di un romance storico. Un plauso all’autrice e alla sua fantasia.

Che dire ancora se non che lo stra-consiglio!!

 

 638 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA