RECENSIONE a “ANCORA NOI” di Diana D P

 

 

 

 

 

Dopo cinque anni a Dublino, Daniele decide di tornare a Roma per riflettere su una proposta di lavoro che cambierebbe la sua vita: stabilirsi in Irlanda per sempre. In Italia, però, oltre a sua sorella e ai suoi amici, lo aspetta anche Stefano, il passato dal quale è fuggito e a causa del quale non è mai più tornato. Sa di aver lottato per ricostruirsi un equilibrio ma sa anche che, per andare avanti, deve dimostrare a se stesso di essere in grado di affrontare tutti i demoni del suo passato, compreso l’uomo che lo ha costretto a cambiare completamente la sua vita. Stefano è un infermiere specializzato e trascorre la sua vita fra il lavoro che ama, i suoi amici, suo fratello e un compagno di letto. Non ha mai avuto problemi con la propria sessualità ed è cresciuto in una famiglia che lo ha sempre sostenuto e accettato. Intelligente, estroverso e a suo agio con se stesso, ha vissuto un unico grande trauma nella vita che lo ha portato a essere cinico nei confronti dell’amore, nonostante la sua natura romantica e sensibile: la rabbia nei confronti della partenza di Daniele non è mai scemata, anche se è convinto di essere andato avanti e di aver dimenticato quel ragazzo complicato e bellissimo, con il quale ha avuto un’intensa e travagliata relazione che lui stesso aveva scelto di troncare. Quando Daniele torna a casa, i ricordi, soffocati e repressi per tanto tempo, riemergono con prepotenza, riaprendo ferite, rimettendo in discussione le scelte e la vita di entrambi. Una storia tanto importante, finita male e che ha cambiato i percorsi di due persone all’apparenza così diverse, merita di cadere nell’oblio o di avere una seconda chance? A volte nella vita non si ha scelta e spesso è il cuore a scegliere per noi.

L’amore può farti volare alto ma può anche far male, molto male.

Dopo tanti anni insieme e dopo aver combattuto insieme diverse battaglie, prima fra tutte quella contro sè stesso e la sua paura di accettarsi per ciò che è, dopo aver superato il peggio del peggio, Daniele viene lasciato da Stefano.

Un dolore acuto, forte, insopportabile che lo porta lontano da casa, a Dublino, a rifarsi una vita per dimenticare. Ma dimenticare l’amore vero è impossibile, si può sopravvivere, si può andare avanti giorno dopo giorno, provare a rimettersi in gioco senza tuttavia giocarsi il cuore, ma non si può dimenticare.

Dopo ben 5 anni Daniele torna a casa per una vacanza,  nella sua Roma, dalla sorella, dagli amici e da Stefano. Rivedersi fa male, molto, e la voglia di scappare il più lontano possibile è troppo forte, ma è altrettanto forte la voglia di stringere ancora fra le braccia la persona amata.

Un bel romance dalla bella storia interessante, originale e ben scritta,  con dei personaggi interessanti e stuzzicanti, sicuramente veri, realistici, ben delineati che quasi sembrano i ragazzi della porta accanto; proprio per questo ci si sente emotivamente coinvolti, si vorrebbe dipanare la matassa, svelare le cose non dette, farli riappacificare e non si può far altro che divorare le pagine una dopo l’altra per sapere come va a finire.

Consigliato.

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *